Lombardia Parente in coma: 500 euro se curato in casa

La Regione Lombardia ha deciso di dare un aiuto concreto alle famiglie che assistono in casa un parente in stato vegetativo, mettendo a disposizione un contributo di 500 euro al mese. La Giunta del presidente Roberto Formigoni estenderà di fatto un provvedimento che è già destinato alle persone affette da sclerosi laterale amiotrofica (Sla).
In attesa che il provvedimento passi all’esame del Consiglio regionale lombardo per la sua approvazione definitiva, l’assessore alla famiglie e alla solidarietà sociale, Giulio Boscagli, spiega che questo «è un doveroso sostegno e riconoscimento a tutte quelle famiglie della nostra Regione che decidono di prendersi cura di questi loro familiari che, a causa della loro gravissima invalidità e disabilità, sono consegnati totalmente alla loro responsabilità».
L’assessore Boscagli spiega inoltre che in Lombardia sono cinquecento le persone in stato vegetativo assistite quotidianamente: l’80 per cento in strutture pubbliche (con gratuità di ricovero) e il 20 per cento a domicilio.