Los Angeles in fiamme: due morti

da mercoledì Los Angeles è nella morsa del fuoco: le fiamme hanno già distrutto più di 17mila ettari di vegetazione. Oltre 2.500 vigili del fuoco si battono contro le fiamme: due sono morti

Los Angeles in fiamme: due morti

Los Angeles - Non è ancora sotto controllo il vasto incendio che minaccia da mercoledì l’area attorno a Los Angeles, in California. I vigili del fuoco sono impegnati in una dura lotta contro le fiamme, mentre è stata creata una task force che avrà il compito di salvaguardare i tralicci e le strutture di comunicazione collocate sul Monte Wilson. Questa mattina, intanto, due pompieri sono morti a causa di un incidente che ha coinvolto la loro vettura e le cui cause sono ancora sotto investigazione.

La California brucia L’incendio, che sta devastando la foresta nazionale di Angeles, a nord di una zona densamente popolata e a una trentina di chilometri da Los Angeles, è ancora considerato "fuori controllo". Le fiamme minacciano ormai il centro di trasmissioni del Monte Wilson, che garantisce la diffusione delle principali reti televisive di Los Angeles, di due terzi delle radio e le comunicazioni di molte forze dell’ordine, locali e federali. Circa 2.500 vigili del fuoco si stanno battendo contro le fiamme, mentre elicotteri e aerei riversano acqua dall’alto sulle fiamme: il fumo, assai denso, è visibile a chilometri di distanza sul cielo di Los Angeles e nelle valli di San Fernando e San Bernardino, a nord della megalopoli.

Vegetazione distrutta Le fiamme hanno già distrutto più di 17mila ettari di vegetazione e i vigili del fuoco temono che il bilancio possa aggravarsi nelle prossime ore. Ieri sera, 18 abitazioni sono state distrutte, la maggior parte nella foresta di Angeles. Due dei tre feriti evacuati sabato, invece, sono tornati nel loro domicilio. Le zone residenziali del Canada Flintridge, La Crescenta e Glendale, sembrano fuori pericolo e molte centinaia di persone, originariamente evacuate, hanno potuto fare ritorno a casa. Al momento, oltre 4mila abitazioni sono state evacuate, mentre l’incendio continua a minacciare altre 10mila case e 2.500 edifici. Il governatore della California, Arnold Schwarzenegger, che ieri si è recato nell’area, ha chiesto a tutti i cittadini di ascoltare gli appelli delle autorità locali e di liberare le proprie abitazioni, se necessario.

Commenti