«Macché crisi, la Lombardia oggi farà un pieno di cultura»

Scene da un patrimonio. Anche quest’anno la Lombardia partecipa alla grande festa europea dedicata alla cultura, con un mare magno di eventi e spettacoli, ma soprattutto con l’apertura gratuita di tutti i luoghi d’arte statali, che comprendono il patrimonio archeologico, artistico e storico, architettonico, archivistico e librario, cinematografico, teatrale e musicale. Soltanto a Milano, apriranno al pubblico l’Archivio di Stato di Milano (oggi ore 8.30-13.45), la Biblioteca Nazionale Braidense (9.45 e 11.00), il Museo del Cenacolo Vinciano (oggi e domani 8.15-18.45), Palazzo Litta (oggi e domani (11.00-13.30, 15.30-18.00), il Parco dell’Anfiteatro Romano (oggi 9.00-14.00), la Pinacoteca di Brera (oggi e domani ore 8.20-19.15). Ma è soltanto l’antipasto alle iniziative organizzate dalla Regione Lombardia sotto il titolo di «Fai il pieno di cultura» che festeggia in grande stile con tre giorni (da ieri a domenica) all’insegna della cultura, con mostre, visite guidate, laboratori teatrali, animazione per bambini e incontri con autori. E ancora: spettacoli di musica, teatro, danza e proiezioni cinematografiche. Più di 1300 iniziative organizzate, di cui 172 eventi speciali finanziati da Regione Lombardia, 482 Comuni interessati, 411 biblioteche e 252 musei coinvolti, sono i numeri di questa quarta edizione promossa da Regione Lombardia in collaborazione con le 12 Province lombarde. Tra gli eventi, domenica all’Auditorium Gaber «Che domenica bestiale», un pomeriggio di cinema, giochi e intrattenimento per le famiglie; un Itinerario turistico culturale sui Navigli Lombardi; un concerto per duo arpa e flauto oggi alla Villa Reale di Monza in occasione dell’apertura straordinaria serale della mostra «Regina Margherita»; e ancora, un concerto di «Melodie dei virtuosi di Beirut» al teatro Dal Verme (oggi alle ore 16.00, 17.00 e 18.00). Per informazioni: www.failpienodicultura.it

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento