Maltempo, disagi e danni. Oggi e domani è allarme rosso

La primavera? Dimenticatevela, almeno fino a venerdì. È di nuovo allerta meteorologica per questa notte, anche se sembra che freddo e maltempo ci accompagneranno per tutta la settimana. Dopo i temporali violenti che si sono abbattuti sulla Lombardia nella notte tra domenica e lunedì creando non pochi disagi alla città e parecchio lavoro per i vigili del fuoco, è attesa una nuova violenta perturbazione per questa notte. La Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia ha emesso un «avviso di criticità» per rischio idrogeologico-idraulico e vento forte. In base alle previsioni meteo elaborate dall’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente Lombardia e Servizio Meteorologico Regionale, sul Nord Italia oggi e domani arriveranno correnti umide perturbate dai quadranti meridionali, portando sulla Lombardia precipitazioni anche abbondanti e venti sostenuti. Le previsioni meteorologiche parlano del persistere di precipitazioni diffuse di forte intensità accompagnate da forti raffiche di vento.
La Protezione civile ha quindi invitato i presidi territoriali, soprattutto sulle aree più occidentali della regione, a prestare attenzione e sorveglianza ad eventuali fenomeni franosi in zone a rischio e ai possibili effetti di esondazione di corsi d’acqua nelle zone urbane, con particolare attenzione all’area di Milano. Attenzione anche a impalcature, carichi sospesi e alberi nei tratti più esposti alle raffiche di vento. Sconsigliati i voli amatoriali e l’utilizzo di impianti di risalita a fune in montagna.
Il maltempo non ha risparmiato la nostra regione nemmeno lo scorso week end. Il violento temporale che si è abbattuto sulla nostra città nella notte tra domenica e lunedì ha provocato non pochi danni a cantieri, abitazioni, negozi e disagi al traffico. Nella notte infatti è esondato il fiume Seveso all’altezza di viale Fulvio Testi, in zona Niguarda, causando grossi problemi alla circolazione. In piazza Istria, il fiume ha addirittura provocato il cedimento del manto stradale in corrispondenza delle rotaie del tram, proprio a fianco del cantiere per la costruzione della linea 5 del metrò. Qui gli operai sono dovuti intervenire con colate di cemento per evitare cedimenti e «smottamenti» nel cantiere.
Per le forti raffiche di vento un albero è caduto su un’automobile in viale Certosa, senza fortunatamente ferire nessuno. Un altro è crollato in via XX settembre. Dalle case della zona sono arrivate numerosissime chiamate ai pompieri per allagamenti nelle abitazioni. Dalle 8,15 di lunedì alle 16 circa sono state deviate le linee dei tram 5, 7 e 31. Allagato anche il cantiere dell’Alta velocità.
Gravi disagi si sono verificati anche nel comune di Rho dove il torrente Lura è straripato: i vigili del fuoco sono dovuti intervenire con sacchi di sabbia e ruspe per contenere l’acqua che aveva già allagato campi e zone industriali.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti