Adesso Sala si dà una sveglia: "Chiederò l'esercito per Milano"

Il sindaco chiederà al governo di poter usare parte dei militari impegnati al Giubileo. Pattuglieranno tutte le periferie

Adesso Sala si dà una sveglia: "Chiederò l'esercito per Milano"

L'emergenza sicurezza, a Milano, c'è da anni. C'è voluta una sparatoria tra latinos, a pochi passi dalle vie dello shopping e per giunta di sabato sera, per dare una sveglia al sindaco Giuseppe Sala. Che adesso annuncia un giro di vite su via Padova, cuore di un quartiere multietnico abbandonato dalla sinistra agli immigrati. "Obiettivamente i militari possono tornare utili in una situazione come quella di Milano e di via Padova in particolare - annuncia il primo cittadino di Milano - sto considerando di chiedere per la città una parte dei militari che erano impegnati sul progetto 'strade sicure' per il Giubileo".

Ai tempi di Letizia Moratti sindaco, i militari pattugliavano regolarmente i quartieri, non solo quelli periferici, di Milano. Appena Giuliano Pisapia si è insediato a Palazzo Marino, li ha subito cacciati dalla città. Dopo cinque anni Sala si ritrova le strade zeppe di criminalità e i cittadini impauriti. È servita una sparatoria a pochi passi dall'affollatissimo corso Buenos Aires per fargli aprire gli occhi e indurlo, come ha annunciato Repubblica, a chiedere al governo Renzi l'invio dei militari. A margine della visita della presidente della Camera Laura Boldrini a Quarto Oggiaro, ha spiegato che chiederà all'esercito di presidiare l'intera area che gravita attorno a via Padova e che è a tutti gli effetti uno dei quartieri più multietnici e più violenti della città.

"Obiettivamente i militari possono tornare utili in una situazione come quella di Milano e di via Padova in particolare", spiega il sindaco che starebbe appunto considerando di "chiedere per la città una parte dei militari che erano impegnati sul progetto 'strade sicure' per il Giubileo. Alcune comunità sudamericane - continua - si caratterizzano per avere livelli di violenza preoccupanti. In via Padova a Loreto in su agiremo perché li tema sicurezza è più urgente che altrove". A Repubblica, poi, la segreteria del sindaco ha poi precisato che la richiesta della presenza dell'esercito "riguarda tutta la periferia milanese, non soltanto via Padova".

Nonostante si sia accorto dell'emergenza, Sala non vuole proprio ammettere che a Milano il controllo della sicurezza è sfuggito di mano. "Non lasciamo in appalto alla destra il tema della sicurezza - replica a chi glielo fa notare - io non faccio discorso di populismo, ma c'è chi è per il sistema e chi, attraverso il voto, si mette contro il sistema. Io sono per un 'sistema modificato', che si aggiorna, ma che di questi temi si impadroniscano altri".

Commenti