Aspettando Alitalia, Lufthansa battezza il decollo di Linate

La partenza per Francoforte riapre lo scalo. Avvio soft: ieri solo 8 voli e 850 passeggeri

E alla fine ieri, dopo quattro mesi di lockdown, alle 10,40 il decollo di Linate. Sembrava impensabile, fino a poche settimane fa e, invece, puntualissimo il primo volo Lufthansa Group ha inaugurato la pista con la partenza per Francoforte operata da Air Dolomiti.

Nello scalo milanese, la cui riapertura è stata accelerata dalla decisione del governo spinto dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, i passeggeri sono stati accolti con un termoscanner per la misurazione della temperatura corporea. Rigidi anche i controlli per il rispetto dell'obbligo di indossare mascherine che coprano regolarmente bocca e naso, file ordinate e soprattutto l'invito degli addetti a rispettare le distanze ai banchi dei check-in che finalmente hanno rivisto le code dei passeggeri. Secondo volo alle 12, sempre Lufthansa con destinazione Madrid. Altri decolli alle 15,05 per Malta e ancora Francoforte alle 18. Sono stati, invece, due imprenditori spagnoli nel settore degli impianti sportivi i primi a scendere dal volo decollato da Madrid e atterrato per primo a Linate alle 11.

Una partenza che, come previsto, è stata parecchio soft visto che il bilancio finale della prima giornata è stato di soli otto voli: quattro in partenza e quattro in arrivo. Il tutto per appena 850 passeggeri. Ma con le attuali regole anti-Covid l'Enac, l'Ente nazionale per l'aviazione civile, ha dato il via libera per Linate a un massimo di cinque arrivi e cinque partenze ogni ora: dunque dieci in totale, quasi la metà dei diciotto movimenti all'ora consentiti nell'era pre pandemia. E per facilitare il rispetto delle misure di sicurezza la Sea, la società che gestisce gli scali milanesi, ha allestito un ingresso per piano, in modo da separare i passeggeri delle partenze da quelli degli arrivi, mentre ai check-in è stata posizionata una segnaletica per indicare il rispetto della distanza di sicurezza.

Grande attesa, ovviamente, per il ritorno a Linate di Alitalia, la compagnia di bandiera che ha programmato solo per il prossimo 24 luglio il suo decollo. Per la Sardegna i suoi primi voli in aspettando il ripristino delle altre tratte. In particolare quella per Roma particolarmente utile per i milanesi e al momento dirottata su Malpensa.
Lufthansa, invece, offrirà diciassette partenze settimanali da Linate verso i propri hub di Francoforte ed entro il mese di ottobre riprogrammerà il 50% delle frequenze precedentemente operate in Italia, arrivando a offrire 500 voli la settimana da 16 aeroporti. «Le nuove frequenze - si legge in un comunicato - non sostituiscono, bensì si aggiungono alle attuali 46 frequenze settimanali con cui attualmente le compagnie aeree del gruppo collegano lo scalo di Malpensa con gli hub di Bruxelles, Dusseldorf, Monaco e Zurigo».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.