Bici, investimenti per 40 milioni e 184 chilometri di nuove piste

Ci sono 491 biciclette per 32 stalli di bike sharing, 33 parcheggi per 440 posti, una velostazione da 100 posti e una rete che ormai raggiunge i 184 chilometri di piste ciclabili. Sono questi i risultati del primo censimento delle infrastrutture e dei servizi che fotografa il mondo delle due ruote in Lombardia.
L'indagine, realizzata in collaborazione con la Fiab, è collegata al Piano regionale della mobilità ciclistica in fase di completamento. La Regione per comporre il quadro delle iniziative sul territorio degli ultimi due anni, ha interpellato i 1661 enti istituzionali. Il 60 per cento di Comuni, Province, parchi regionali, parchi locali di interesse sovracomunale, comunità montane hanno risposto alle schede. Tirando le somme, negli ultimi due anni in questo senso sono stati investiti 40 milioni di euro, 12,5 dei quali sono i contributi del Pirellone. Fondi che hanno permesso tra il 2010 e il 2011 di effettuare 145 interventi di cui 51 il primo anno che sono quasi raddoppiati lo scorso anno (94). Tutto in crescita: dalla realizzazione delle piste ciclabili passate dai 71,17 chilometri realizzate nel 2010 ai 113,4 del 2011, alle 491 biciclette delle 32 stazioni di bike sharing. Fatto il punto, si passa oltre. «Dati alla mano - ha spiegato l'assessore Raffaele Cattaneo - possiamo verificare quante risorse economiche vengono messe in campo dagli Enti pubblici per il potenziamento dei percorsi ciclabili in Lombardia e dall'altro di orientare le scelte future per raccordare le azioni». Obiettivo dichiarato: realizzare una rete con 17 percorsi: 3 europei (Ciclovia dei Pellegrini - Ciclopista del Sole - Ciclovia deol Po e delle Lagune), 3 nazionali (Pedemontana alpina, Adda, Tirrenica) e i restanti 11 regionali.

Commenti