Castello Sforzinda ospita Tredicino, Gioppino e Pulcinella

Sembra il nome di una principessa, suona medievale eppure è qui ed ora promette di farci sentire meno soli nell’estate in città: è Sforzinda, nome arguto con cui il Comune di Milano vuole rendere più simpatico anche ai piccoli visitatori il Castello Sforzesco. Ogni martedì alle 10 va in scena la caccia al tesoro nelle corti del castello. Mercoledì e venerdì (alle 10) sono dedicati alla scoperta dei personaggi che hanno abitato il castello. Giovedì è giorno di colazione sull’erba: appuntamento sempre alle 10 per sconfinare poi nel parco Sempione, il «barchio» dove il duca andava a caccia. Per informazioni e prenotazione (obbligatoria) 02-88463792. Da venerdì, poi, arrivano gli ospiti: Gioppino, Pulcinella e Stenterello passano qui le vacanze per animare fiabe raccontate. Da domani, ogni mercoledì e venerdì, dalle 18.30 alle 19.30, protagonisti saranno i burattini (ingresso da via Lanza) di Varese che porteranno in scena il fiorentino Stenterello (7 agosto), Pulcinella nell’insolita veste di viaggiatore in Persia (12 agosto). Dalle Orobie calerà invece Gioppino accompagnato dagli inseparabili «tre Gozzi» (19 agosto). Dall’antica Roma arrivano Androclo e il leone, in calendario il 21 agosto. A chiudere, infine, Pinocchio, sette giorni dopo. Ma i segreti del castello non finiscono qui: sabato 8, alle 15 va in scena l’avventura di Tredicino e il lupo. Domenica 9 Paola Fonticoli aiuterà i piccoli nella realizzazione di un vero dipinto. Per ferragosto è in cantiere una festa d’estate: nei fossati del castello saranno allestiti giochi ed attività mentre il giorno dopo, domenica 16, si fa il bis con uno spettacolo teatrale di maschere tradizionali. La messa in scena, curata da Ad Artem, prevede anche altre fiabe che si alternano a laboratori. Domenica 23 agosto ecco il racconto de «La piuma del principe», domenica 29 invece si imparano i canoni degli abiti medievali, dalle corazze dei cavalieri alle «divise» dei giullari.LuGa

Commenti