Controlli nelle farmacie contro le truffe sul Pass. I contagi calano ancora

Tamponi fatti al posto di altri per liberarli Squadre di Nas in campo per accertamenti

Controlli nelle farmacie contro le truffe sul Pass. I contagi calano ancora

Arrivano numeri confortanti dalla Lombardia. Non solo quelli delle vaccinazioni, che proseguono con buon ritmo (venerdì sono state 103mila, per una media settimanale di oltre 98mila) ma anche sul fronte dei contagi e degli ospedali. Intanto, si intensificano i controlli su quelle che sono vere e proprie truffe sui Green Pass.

Il bollettino regionale di ieri ha attestato che il tasso di positività dei tamponi è calato ancora, come i ricoveri nei reparti. Nelle ultime 24 ore, si sono registrati infatti 21.700 casi su 162.678 tamponi eseguiti, con una percentuale di positività del 13,3%, contro il 14,5% del giorno precedente. In calo anche i positivi su 7 giorni e l'incidenza è scesa ormai a 2.048, altissima ma in calo netto rispetto a qualche settimana fa.

I ricoveri nei reparti ordinari a ieri erano 3.396 (65 in meno rispetto al giorno precedente) e in calo risultano anche i pazienti di terapia intensiva (7 in meno di venerdì), ora a quota 267. L'occupazione Covid delle terapie intensive, quindi, si ferma al 14,8%, nettamente al di sotto della soglia prevista per il passaggio alla zona arancione. E anche l'occupazione Covid dei reparti «ordinari» sta rientrando sul 30% previsto come soglia di passaggio all'arancione (con la discesa di ieri è al 32,5%). I decessi dell'ultimo giorno sono stati 67 (82 il giorno prima). I positivi in totale sono 465mila, molti in età scolare, con le note ripercussioni sulla chiusura di intere classi.

Proprio sull'applicazione delle regole legate all'esito dei tamponi si stanno concentrando, in questi giorni, gli accertamenti dei Nuclei Antisofisticazioni dei Carabinieri. «Sono in corso controlli dei Nas in tutto il nord Italia - ha spiegato, intervistato dal giornale Radio Rai, il comandante del gruppo tutela della salute dei carabinieri di Milano, Salvatore Pignatelli - su farmacie e punti tamponi, che sono tenuti a controllare l'identità delle persone che si sottopongono al test, essendo un trattamento sanitario che si conclude con un referto». «Undici le squadre dei Nas impegnate - ha aggiunto - lo scopo è verificare che l'identità delle persone tamponate venga accertata con tessera sanitaria ma anche con documento di identità». «Abbiamo constatato - ha detto l'ufficiale - che a volte per questioni di rapidità non veniva riscontrata identità della persona, e questo si prestava ad abusi: c'era chi si presentava con la tessera sanitaria di altri. Tra gli abusi possibili quello di sottoporre a tampone persone positive con più tessere sanitarie in diverse farmacie, per far emettere Green pass a nome di soggetti non immunizzati».

Da oggi, infine, scattano i nuovi orari dei punti tamponi a Milano. Per ridurre code, Ats ha stabilito che fino alle 15 potranno presentarsi solo i cittadini con prenotazione informatica effettuata dal medico di medicina generale, pediatra o «Guardia medica», mentre dopo le 15 potranno presentarsi solo i cittadini senza prenotazione a patto che abbiano la documentazione.

Commenti