Cronaca locale

Il Cortile delle Armi aperto tutta estate: Milano è Viva 2022 al Castello Sforzesco

Il Castello Sforzesco di Milano ospita all’aperto, spettacoli musicali, performance di danza e spettacoli di comici

Il Cortile delle Armi aperto tutta estate: Milano è Viva 2022 al Castello Sforzesco

Il caldo di questa estate rovente non scoraggia gli appassionati della cultura e del divertimento rimasti a Milano, i quali partecipano numerosi alle serate che vedono protagonisti la musica, la danza, la comicità, nella cornice a cielo aperto del Cortile delle Armi, 2.300 posti e un palco appositamente allestiti.

In programma 58 spettacoli live, promosso e coordinato dal Comune di Milano-Cultura, che per il 2022 cambia il nome da “Estate Sforzesca” a “Milano è Viva”, per rimarcare la rinascita dopo il difficile periodo della pandemia. U[MS1] n’ intera estate di spettacoli offerta ai cittadini e ai turisti che ha avuto inizio il 12 luglio e si chiuderà il 10 settembre 2022 (alcuni eventi sono gratuiti altri a pagamento con biglietto inferiore o pari a 15 euro, con prenotazione sempre obbligatoria). Il Festival, pensato per tutte le generazioni, coinvolge come sempre le diverse arti performative, dalla musica pop, all’elettronica, al jazz, alla musica classica, al teatro, alla danza, alla mescolanza di musica e teatro, senza dimenticare gli spettacoli per bambini.

Davide Van De Sfroos, con il suo show «Maader tour», ha inaugurato la rassegna il 12 luglio, il 13 i Kokoroko si sono esibiti con un concerto jazz che vuole anticipare JazzMi, l’importante evento musicale jazz di Milano.

Concerti anche dal 20 al 24, il 28 luglio sarà la volta di Sergio Caputo e il 30 Le Cannibale al Castello Sforzesco. Il 1 agosto la serata sarà dedicata al rock di Patti Smith, il 14 Giovanni Falzone con il suo jazz/rock rielabora le canzoni italiane di denuncia e protesta del passato, il 27 si esibisce Nada, il 28 Jack Jaselli. Molti sono anche gli omaggi musicali: il 4 agosto a Lucio Battisti, il 24 ai Beatles, il 25 a Milva, il 26 a Franco Battiato. Per finire il 6 settembre con Noemi, il 7 con Samuele Bersani, l’8 con Fiorella Mannoia, il 9 con Lele Sacchi e il 10 settembre con Elisa.

La Musica Classica è presente con concerti classici e con spettacoli di contaminazioni dei generi, il 17 luglio l’Orchesta Sinfonica di Milano si è esibita nello Schiaccianoci in Jazz e il 21 l’Orchestra Sinfonica del Ceghedaccio ha proposto Let the Music Playil. Il 28 luglio sarà sul palco la Civica Orchestra di Fiati di Milano e la Fanfara del 3° BTG Carabinieri “Lombardia” con Concerto Fotogramma. La magica notte delle stelle cadenti, il 10 agosto sarà dedicata alla Magic night di Chopin con Alexander Romanovsky e altri cinque giovani musicisti, il 12 Lejana Tierra mia per vivere il tango con la Tango Spleen Orquesta e la voce di Ivanna Speranza. Il 13 agosto si esibirà la Celtic Harp Orchestra con lo spettacolo Songs for Gaia, il 17 vivremo i brani che fanno parte della nostra cultura musicale con L'Operetta è viva! Evviva l'Operetta, il 29 le contaminazioni classica e jazz con Fabrizio Bosso e gli ottoni di Ettore Pozzoli.

Il primo appuntamento con il Teatro è stato il 14 luglio con Corrado D’Elia e il suo Io. Ludwig van Beethoven, spettacolo che racconta la storia del compositore tedesco, la genialità e il rapporto con il suo tempo, la sordità, gli amori e il rapporto con il padre. Il 16 la Compagnia del Grand Guignol de Milan ha presentato Milano, Città del Diavolo, il 18 Gioele Dix lo show Ai nostri tempi (biblici) e il 19 Lella Costa il suo Stanca di guerra. Seguiranno il 25 luglio la comicità di Enrico Bertolino con Instant theatre e il 26 Andrea Pennacchi con Una piccola Odissea. Anche agosto si preannuncia ricco di appuntamenti, il 2 La Caduta di Troia - Dal libro II dell'Eneide interpretato da Massimo Popolizio e il 3 Storie di Stefano Massini accompagnato dall’improvvisazione jazz di Paolo Jannacci e Daniele Moretto, entrambi a cura del Piccolo Teatro di Milano. Seguirà il 5 agosto Game of Sforza - i 50 anni che sconvolsero Milano, l’11 Giochi di Carta, il 16 Menecmi di Plauto, il 18 In Stato di Grazia e il 31 La sorpresa dell’amore, per concludere il 1 settembre con The Pozzolis Family.

In cartellone, nella ricchissima offerta degli eventi al Castello Sforzesco, la Danza con due importanti serate del Balletto di Milano che vedono impegnato l’intero ensamble, il 15 luglio con Gran Galà del Balletto Visioni in Danza 2022 e il 7 agosto con Carmen Suite & Tangos , per entrambi musiche e coreografie di autori vari. Arricchiscono il programma e il palcoscenico del Cortile delle Armi le prove aperte e lo show finale di OnDance 2022 del 2, 3 e 5 settembre, festival con interessanti performance di grandi interpreti, ideato da Roberto Bolle per far conoscere tutte le forme di danza.

Oltre all’affascinante Cortile delle Armi, al quale si accede entrando dalla Torre del Filarete, i cultori dell’arte e della storia possono visitare i tesori custoditi nel Castello, restaurato e ripristinato dall’architetto Luca Beltrami che ne prese la direzione nel 1892. Per secoli usato come caserma è stato un luogo odiato dai milanesi perché rappresentava il dominio straniero, bisogna attendere l’Unità d’Italia per vederlo trasformato in luogo di cultura ed eretto dai cittadini a simbolo della città. Il Castello visconteo era stato in precedenza rinnovato da Francesco Sforza quando il 25 marzo 1450 venne acclamato dal popolo Signore di Milano, i lavori vennero completati dal successore Ludovico Maria detto il Moro, uomo colto e amante delle arti; egli si circonda di grandi artisti dando vita a opere d’arte firmate da Donato Bramante, Leonardo da Vinci con la realizzazione della Sala delle Asse, la decorazione della Sala del Tesoro commissionata nel 1490 a Bartolomeo Suardi detto il Bramantino, ecc.

Possiamo ammirare in tutta la sua bellezza anche la Pietà Rondanini, l’opera non finita di Michelangelo Buonarroti e un dipinto di Andrea Mantegna conservato nella Pinacoteca del Castello.

Commenti