Covid, scatta la lettera d'urgenza: "Servono 500 posti letto in 48 ore"

L’allarmismo degli ospedali della Regione Lombardia è frutto di un’attenta analisi sui dati dell’epidemia degli ultimi mesi

In 48 ore c’è bisogno di 500 posti letto negli ospedali della Lombardia per gli ammalati di Covid-19. La richiesta, come riporta il Corriere della Sera, è del coordinamento dei reparti di terapia intensiva dei nosocomi lombardi, che, attraverso una lettera accorata, si è rivolto ai vertici della Regione. C’è preoccupazione tra i medici per una possibile violenta terza ondata, che potrebbe trovare impreparate le strutture sanitarie; per questo motivo si chiede di non occupare i posti in terapia intensiva per altre esigenze che non riguardano il Coronavirus.

L’allarmismo degli ospedali è frutto di un’attenta analisi sui dati dell’epidemia degli ultimi mesi. Nel corso della seconda ondata, che ha avuto il suo picco nello scorso mese di novembre, sono stati registrati mille ricoveri in terapia intensiva. Attualmente i numeri dicono i posti occupati sono 500, ma la tendenza è negativa: i pazienti non guariscono e il virus sembra nuovamente essere in una fase crescente. Si teme che a breve ci possa essere la temuta terza ondata con l’aumento improvviso dei ricoveri.

Nella prima decade di gennaio le persone affette da Covid-19 ospitate presso strutture ospedaliere in Lombardia sono state stimate in 3.598, circa 400 in più rispetto all’altro periodo molto critico di maggio scorso, ma è il trend a preoccupare gli operatori sanitari. Mentre in primavera il numero dei ricoverati, anche in terapia intensiva, è calato gradatamente, in questo inverno si sta verificando il fenomeno inverso: si sta assistendo a una crescita vertiginosa e allarmante. Per il momento, in ogni caso, gli ospedali lombardi non sono ancora in una condizione di sofferenza, ma la situazione potrebbe precipitare se non verranno presi provvedimenti concreti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

agosvac

Gio, 14/01/2021 - 12:33

Bisognerebbe verificare se, realmente, tutti quelli ricoverati in terapia intensiva abbiano necessità di esserlo. Visto il basso tasso di mortalità e il gran numero di guarigioni, non si capisce perché si tengano così a lungo i pazienti in terapia intensiva. Sorge fondato dubbio che ci sia una manovra politica.

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Gio, 14/01/2021 - 12:41

Bisogno di letti? Requisite quelli delle case private dei deputati PD, che in 10 anni hanno tagliato 36 miliardi alla sanità!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 14/01/2021 - 12:46

E io che pensavo che un assessore alla Sanità di mestiere facesse proprio la verifica di quello che serve a curare i cittadini e provvedesse a renderlo disponibile, invece no, funziona che i medici sono costretti a ricorrere ad "accorati appelli" perché a palazzo della regione si rendano conto ..

ROUTE66

Gio, 14/01/2021 - 13:51

Ma il complesso costruito alla FIERA,(non era uno spreco?) Ora la domanda,Funziona o nò questo ospedale?

kayak65

Gio, 14/01/2021 - 14:53

in effetti i ricoverati in terapia intensiva e altri reparti per covid fruttano un bel business...strano che altre regioni non lo abbiano capito. poi le zone rosse con il blocco di tutto e' un problema secondario.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Gio, 14/01/2021 - 15:19

E i 5 stalle hanno riaperto le scuole.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Gio, 14/01/2021 - 15:20

Nel frattempo 5 stalle e piddì riaprono le scuole.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Gio, 14/01/2021 - 16:26

trovateli da quei governi di sx che hanno tagliato i posti letto!! da monti..a letta,a renzi a gentiloni..bastano??

Ilsabbatico

Gio, 14/01/2021 - 17:47

agosvac.... effettivamente a pensare male....hai ragionissima.

ilrompiballe

Gio, 14/01/2021 - 19:47

Non occupare le terapie intensive se non per coronavirus: già, uno a rischio infarto può anche crepare. Siamo fuori di testa.

Ritratto di Gabriele184

Gabriele184

Gio, 14/01/2021 - 20:12

Un giorno, probabilmente, scopriremo che i tamponi risultano positivi al Covid-19 anche con pazienti con "normali" polmoniti invernali..