Milano, donna di 90 anni trovata morta in una cascina

La donna risulta essere la madre del titolare della struttura, sul corpo sono stati rinvenuti i segni di un'aggressione

Nella mattinata del 5 gennaio 2020 è stata ritrovata senza vita una donna di 90 anni all'interno di una cascina disposta ad agriturismo: il "Podere Ronchetto", sito in via Pescara, nel quartiere Gratosoglio. L'assessore alla sicurezza di regione Lombardia Riccardo De Corato ha rilasciato tali dichiarazioni riportata dall'agenzia Italpress: "Le ecchimosi e le tumefazioni sul corpo, le ferite alla testa nascoste da una federa e i polsi legati fanno pensare che la morte dell'anziana al Gratosoglio sia stata provocata da una violenta aggressione. Se l'indagine in corso dovesse confermare l'ipotesi di omicidio, ci troveremmo di fronte all'ennesima vittima della criminalità che imperversa a Milano, soprattutto nelle periferie, e a causa della quale la città è ultima in Italia per sicurezza, come indica la classifica del Sole 24 Ore su dati Istat. Delinquenza che non risparmia nemmeno i soggetti più fragili".

Anziana di 90 anni trovata senza vita in una cascina

Una donna di 90 anni è stata trovata senza vita all'interno della cascina "Podere Ronchetto" sita poco fuori Milano. L'anziana è stata identificata: si tratta di Carla Quattri Bossi, madre del titolare della struttura. A trovarla è stata la figlia. Il cadavere giaceva con i polsi legati e con una federa di cuscino sopra la testa, con l'obiettivo da parte dell'assassino di nascondere i segni dell'aggressione. Una conoscente della signora, intervistata al TGCOM24, ha dichiarato che Carla viveva assieme ai suoi familiari, tra cui una nuora e dei nipoti. Un'altra donna ha detto che, nonostante la veneranda età, la vittima fosse in salute, affermando che il rapporto con i figli era buono.

Carla Quattri Bossi risultava essere una donna in forma e mentalmente lucida, seppur 90enne. L'anziana , madre di quattro figli, gestiva l'attività di famiglia assieme a due di loro. La cascina Podere Ronchetto è situtata alla periferia sud di Milano ed è confinante con il quartiere Gratosoglio. La realtà imprenditoriale è nota presso la gente del luogo. Oltre all'attività di agriturismo, la struttura è specializzata nella vendita di prodotti agricoli e ad area di sosta riservata ai camper. È stato proprio un uomo che sostava qui con il suo mezzo a dare l'allarme, dopo aver sentito urlare una donna. Si trattava della figlia di Carla che aveva trovato il cadavere della madre. È stata aperta un'inchiesta per omicidio da parte degli uomini della squadra mobile e di quelli della scientifica coordinati dal pm Gianluca Prisco. Un uomo che conosceva bene Carla ha negato possibili dissapori tra la 90enne e i suoi familiari. La famiglia della donna risulta essere al contrario unita e dedita al lavoro. Le indagini proseguono.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.