Ecco i dolci del paradiso dei ragazzi di don Gino

Ecco i dolci del paradiso dei ragazzi di don Gino

Con gli stampi ritagliano i biscotti, con il sac à poche aggiungono marmellata o crema, dosano e impastano sul bancone del laboratorio di pasticceria. Un giorno di lavoro intenso al social cakelab dei «Dolci del Paradiso», ci sono gli ospiti del pranzo da accogliere e gli ordini dei clienti da preparare. È un'impresa che sforna dolci di prima qualità, ma è anche sociale: buona due volte, verrebbe da titolare in modo un po' scontato.

Micaela Colombo però, presidente della Cooperativa Comunità Nuova che ha dato vita al progetto, non ama troppo i cliché. E va subito al sodo: «Vogliamo essere competitivi sul mercato. Essere scelti, perché sappiamo preparare ottime torte e brioche. Non perché chi ci chiama desidera fare una buona azione». È così è da qualche anno ormai. Lo dimostra il volume degli ordini. La Cooperativa, nata tre anni fa dalla Comunità Nuova onlus di don Gino Rigoldi che segue persone con problemi di dipendenza, oggi ha 15 dipendenti. Ai dolci con consegna a domicilio si è aggiunto il servizio catering per compleanni, matrimoni, giornate aziendali. Preparazione dei pasti, allestimento e servizio. Il laboratorio ne organizza 4-5 a settimana per banche, multinazionali, istituzioni. Per occasioni come il salone del mobile l'agenda non ha uno spazio libero. Dopo i primi passi arriva un finanziamento di Ubs che permette di acquistare attrezzature e macchinari e cominciare a fare sul serio. Il laboratorio si sposterà al CN l'Hub di via Luigi Mengoni in zona Bisceglie, sede della cooperativa sociale, dove a febbraio è stata aperta anche una caffetteria.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti