Formigoni: «Regole applicate bene» E il Pdl fa quadrato intorno ad Abelli

«Le regole sulle bonifiche vanno perfettamente. Dal punto di vista degli enti pubblici ci sono le leggi, e le leggi vengono applicate». Punto. Il governatore Roberto Formigoni ieri mattina non ha nascosto un certo nervosismo sull’inchiesta dei pm sulla bonifica dell’ex area Montecity. In cella, oltre al patron della Green Holding spa Giuseppe Grossi e altre tre persone, è finita anche l’esponente del Pdl pavese Rosanna Gariboldi, moglie dell’ex assessore regionale Giancarlo Abelli, vicecoordinatore nazionale del Popolo della Libertà. Il gruppo del Pdl in Regione fa quadrato attorno ad Abelli ed esprime la propria «piena e convinta solidarietà all’amica e collega Gariboldi». «Siamo convinti - assicura il capogruppo Paolo Valentini - che questa dolorosa prova sarà presto archiviata e che Rosanna tornerà con rinnovato entusiasmo a servire il bene comune». E difende le «doti umane e politiche» di Abelli che «abbiamo apprezzato e conosciuto al servizio della Regione. In queste ore diverse voci hanno cercato di screditare la sua figura, ma la sua professionalità e la sua rettitudine sapranno fargli affrontare con serenità questo momento».
Il Pd lombardo chiede intanto la convocazione urgente della commissione consiliare Ambiente, «anche per verificare la necessità di istituire una vera e propria commissione d’inchiesta», su questa «ed eventualmente altre operazioni di bonifica in Lombardia». Il Pd, spiega il capogruppo Carlo Porcari, «vuole fare chiarezza su una vicenda che coinvolge direttamente la Regione e le sue competenze. Abbiamo il dovere di verificare che le eventuali autorizzazioni emesse e gli eventuali stanziamenti accordati alle aziende coinvolte siano ineccepibili».
Carlo Monguzzi, consigliere lombardo di Verdi e Democratici, insiste invece sulla richiesta a Formigoni di «revocare tutte le autorizzazioni concesse a Grossi assegnandole a società più affidabili, per non interrompere i lavori di ripristino ambientale in corso».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.