Infiltrazioni e secchi: le scuole fanno acqua

Dopo le piogge, ancora istituti con problemi al tetto. La Lega: manutenzione insufficiente

Nuova ondata di maltempo e nuovi casi di scuole allagate. Come un mese fa, dopo le piogge delle ultime ore alcuni edifici scolastici hanno mostrato di non reggere. Nella scuola dell'infanzia di via Adriano 20, ad esempio, ci sono gravi problemi di infiltrazioni dal tetto. Denunciano l'eurodeputata leghista Silvia Sardone e il presidente del Municipio 2 Samuele Piscina, che hanno fatto un sopralluogo nell'istituto: «In un edificio non particolarmente vecchio abbiamo potuto constatare gravi problemi di infiltrazioni al soffitto, con alcuni pannelli che sono addirittura caduti a terra. In alcune aree della struttura abbiamo visto persino i secchi usati per contenere l'acqua che cadeva dall'alto. I problemi più gravi sono al tetto della struttura che evidentemente ha bisogno, da anni, di serie e importanti manutenzioni. Purtroppo la situazione delle scuole del Municipio 2 e in generale di Milano è drammatica, con problemi generalizzati e simili che si aggravano durante le giornate di pioggia. I fondi destinati ai Municipi per la manutenzione straordinaria degli edifici scolastici, finanziati nel 2019 per opere che partiranno nel 2020, sono scesi dai 19,5 milioni dell'anno prima a 13. In centro passano ad esempio da 1,8 a 1,2 milioni, nella zona 2 da 2,3 a 2 milioni a 1,6 milioni. Nella zona del Municipio 2 sarebbero necessari interventi per 29,5 milioni e invece i fondi a disposizione sono solo 13 per tutta la città». La manutenzione ordinaria, passata a MM, soffre di rallentamenti e fondi scarsi. I dirigenti scolastici segnalano tempi di intervento non adeguati e i genitori infiltrazioni, bagni e rubinetti rotti. «La sicurezza nelle scuole dovrebbe essere una priorità», concludono i due esponenti leghisti.

Solo un mese fa le segnalazione di altre situazioni simili. Al nido di via Legioni Romane 54, negli istituti di via Guicciardi 3 e Guicciardi 1, nella elementare di via dei Braschi. Il Comune sta correndo ai ripari con cantieri e costruzioni. Attualmente sono in corso, come spiega una nota di Palazzo Marino, oltre 40 cantieri di manutenzione scolastica straordinaria, suddivisi in 20 appalti per un totale di 66 milioni di euro. Sono oltre 30 i cantieri chiusi nell'ultimo anno. Per la messa in sicurezza dei solai negli ultimi dodici mesi sono stati eseguiti interventi per più di 3 milioni di euro. L'Amministrazione ha approvato il quadro economico di 1 milione 850mila euro per la demolizione e la bonifica dell'ex scuola dell'infanzia di via Rimini 25/8, nel Municipio 6. Sono inoltre state approvate quattro delibere, per 4 milioni di euro ciascuna, per le gare d'appalto di altrettanti accordi quadro relativi a lavori di manutenzione straordinaria in materia di sicurezza, adeguamenti normativi e miglioramento energetico di edifici scolastici. Si aggiungono, nel bilancio di quest'anno, 10 milioni di euro per gli accordi quadro riguardanti i Cpi (Certificato prevenzione incendi). Sono infine in opera, per un totale di oltre 80 milioni di euro, le costruzioni di nuove scuole.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 29/11/2019 - 12:21

sulla scuola allagata di napoli striscia la notizia ha fatto 800 chilometri per raccontarla, quella di milano è stata tenuta nascosta!