Cronaca locale

L'auto di Formigoni resta in garage

La blindata da 270mila euro oggi ne costa 5mila di assicurazione

L'auto di Formigoni resta in garage

L'auto è ferma a prendere polvere da anni, ma con un costo di migliaia di euro per i lombardi. Residuo di un passato su cui i giudici hanno da non molto calato una sentenza diventata definitiva sull'esperienza politica e amministrativa dell'ex governatore Roberto Formigoni. La sua vettura corazzata in grado di resistere alle mine antiuomo, giace da anni ormai nelle rimesse di Palazzo Lombardia. Da quando l'ormai ex Celeste lasciò Palazzo Lombardia e costa circa 5mila euro all'anno di assicurazione. Il bollo regionale non viene pagato come da regolamento della Regione per le auto di servizio, specificano dall'amministrazione, ma l'assicurazione è inevitabile. E il suo costo, per quanto «ai minimi di legge» precisano da Palazzo Lombardia, è comunque ritenuto eccessivo da alcuni dirigenti che hanno espresso il loro disagio per uno spreco evitabile. Soprattutto in un periodo in cui i soldi pubblici sono sempre meno e bisogna tagliare su tutto. Si parla appunto di 5mila euro, anche se la cifra non è confermata né smentita ufficialmente dalla Regione.

Costi ritenuti da molti eccessivi per il pubblico, ma per i privati il discorso non cambia: quando Regione nel 2013 provò a metterla in vendita, nessuno si decise ad acquistarla. I soldi necessari per il mantenimento scoraggiarono persino gli amanti degli spostamenti sicuri. E le otto tonnellate su quattro ruote rimasero in capo ai lombardi, comodamente parcheggiate in garage. L'ex governatore Roberto Maroni ci riprovò nel 2016 con la formula del comodato d'uso per lasciarla come auto di servizio per la questura di Varese, ma nemmeno in quel caso la questione si risolse. Dalla questura, pur sottolineando l'apprezzamento per simili iniziative, precisano che «c'è un tema di costi di manutenzione: ad esempio se mi regalano una villa per fare la sede di una centrale di polizia, ma ristrutturarla o mantenerla grava troppo sul bilancio, dobbiamo rifiutare». Quindi anche in questo caso l'auto non riuscì a riprendere servizio.

E la corazzata su ruote, che nel 2005 costò 270mila euro, è rimasta senza utilizzo possibile fino a oggi, quando qualcuno a Palazzo Lombardia si è accorto di questo spreco di denaro. Non sarà quello a spostare gli equilibri del bilancio da quasi 30 miliardi di euro della Regione, ma in un periodo in cui le amministrazioni pubbliche fanno economie anche sulle matite, qualcuno si è infastidito. Ormai assessori e alti gradi regionali preferiscono spostarsi su altri mezzi e lo stesso Formigoni aveva abbandonato l'auto grigio scuro metallizzato per una Lexus, quindi non mancherà a nessuno l'utilizzo di quest'ultimo cimelio di un'epoca ormai passata.

«Sono in corso le procedure di alienazione» fanno sapere dalla Regione, ma in realtà durano da qualche anno. A quanto pare però, dopo più di un decennio, siamo ormai vicini all'addio definitivo alla Bmw che fu di Helmut Kohl e poi dell'ex Celeste.

Commenti