L'aggressione in pieno giorno: pugni all'anziana in Porta Venezia

La polizia ha fermato un senzatetto ritenuto il responsabile dell'aggressione alla 90enne

L'aggressione in pieno giorno: pugni all'anziana in Porta Venezia

Torna a farsi sentire l'allarme sicurezza a Milano. Non stiamo parlando solo di zone periferiche del capoluogo lombardo, ma anche di quartieri centrali, ormai in mano a bande o comunque malintenzionati che derubano e aggrediscono i cittadini. L'ultimo grave episodio, avvenuto in piazza Oberdan, in zona Porta Venezia, vede vittima un'anziana signora di quasi 90 anni.

L'aggressione all'anziana

L'89enne è stata presa a pugni in pieno giorno a Milano. La donna è rimasta ferita gravemente in seguito a una aggressione avvenuta poco prima di mezzogiorno di domenica 6 febbraio in centro, per l’esattezza in piazza Oberdan, Porta Venezia. Sul posto sono giunti i sanitari del 118, a bordo di una ambulanza, e gli agenti della polizia di Stato. I sanitari hanno deciso, a causa di un pesante trauma cranico riportato dalla vittima, di trasportarla in codice rosso all'ospedale Fatebenefratelli di Milano. L’anziana non dovrebbe trovarsi in pericolo di vita, anche se al momento è ricoverata nella struttura ospedaliera in prognosi riservata. La polizia avrebbe fermato un uomo, sembra un senza fissa dimora, trovato sotto l'effetto dell'alcol. Sarebbe l’uomo il sospettato di essere l'autore della violenta aggressione ai danni dell’anziana donna. I poliziotti stanno indagando per accertare le cause e l’esatta dinamica di quanto avvenuto nella mattinata di oggi in centro a Milano. Ancora non è chiaro quale possa essere stato il movente che ha portato l’aggressore a dare un pugno in testa alla donna.

Con l'aggressione di oggi torna centrale il tema della sicurezza a Milano. In questo caso a preoccupare è suprattutto il fatto che l’anziana è stata presa a pugni in pieno giorno a Milano, a due passi dai Bastioni di Porta Venezia, vero e proprio "fortino dell’illegalità a cielo aperto", come lo ha definito Silvia Sardone su Facebook. Qui, infatti, "sbandati e balordi di diverse etnie ormai fanno il bello e il cattivo tempo. Che una signora così anziana e indifesa - ha continuato - venga presa a pugni in pieno giorno probabilmente per essere rapinata è davvero vergognoso". Nel suo post l'europarlamentare leghista ha chiesto alla sinistra di assumersi le proprie responsabilità per avere trasformato la città in un girone dell’inferno. “È intollerabile che nella nostra città esistano così tante zone franche dove la sicurezza è inesistente. In questa stessa piazza si sono susseguiti numerosi episodi di violenza e il Comune non ha mai alzato un dito. Ecco i risultati…", ha quindi concluso.

L'emergenza sicurezza nel capoluogo lombardo è un tema caldo ormai da settimane. Da dicembre a oggi sono stati, infatti, numerosi gli episodi di violenza che hanno toccato più quartieri della città. Anche il ministro Lamorgese è venuto a Milano per parlare di sicurezza, ma l’unico che sembra minimizzare è lo stesso sindaco Beppe Sala.

Commenti