Il venditore di rose bengalese gettato in acqua nella Darsena

Il grave episodio è accaduto intorno alle 2 sul lato di viale D'Annunzio in Darsena. La vittima, di 55 anni, non ha riportato serie conseguenze nella caduta

Uno sconcertante atto di violenza è accaduto nella notte in Darsena, il bacino acqueo artificiale situato a Milano nei pressi di Porta Ticinese utilizzato per l'ormeggio e il rimessaggio delle imbarcazioni che navigavano i Navigli.

Un venditore ambulante di rose di 55 anni è stato spinto nello specchio d'acqua da due giovani che, dopo aver compiuto la vile e folle azione, si sono dati alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Il grave episodio è accaduto intorno alle due sul lato di viale D'Annunzio, su quello che è il passeggio pedonale del vecchio "porto di Milano". È qui che vittima ed aggressori si sono incontrati. Non è chiaro se fra i tre vi sia stato qualche diverbio: fatto sta che l'uomo è stato spinto in acqua dai due ragazzi che poi si sono dati alla fuga. Nonostante la tarda ora, la zona in quel momento era ancora piuttosto affollata di giovani impegnati nella "movida" e nella ricerca di un po’ di refrigerio.

Fortunatamente il 55enne non ha riportato serie conseguenze nell’aggressione: l'uomo è stato aiutato e soccorso da un equipaggio del 118 e dai vigili del fuoco prontamente arrivati sul posto. In Darsena è anche arrivata un'ambulanza per le eventuali cure del caso ma il venditore non ha voluto essere accompagnato in ospedale. Sul fatto sta indagando gli agenti della Questura di Milano che, per far luce sul caso e dare un volto ai responsabili dell’azione violenta, starebbero acquisendo anche le immagini delle numerose telecamere di sorveglianza presenti nella zona.

Non è la prima volta che i venditori di rose finiscono nel mirino di balordi senza scrupoli. Nel febbraio del 2016, ad esempio, un 20enne del Bangladesh venne pestato con calci e pugni da alcuni ragazzi in viale Bligny, finendo in codice rosso in ospedale. Nel maggio del 2018 in una discoteca di via Padova un 51enne fu aggredito da un ragazzo di 21 anni originario dell'Est Europa e irregolare in Italia: il giovane colpì la vittima con un pugno in faccia, facendogli perdere conoscenza. L’uomo finì in ospedale in codice giallo mentre l'aggressore venne arrestato.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

steacanessa

Dom, 12/07/2020 - 12:22

Deprecabile e assurdo il gesto dei due giovani, ma i ghisa non dovrebbero controllare se i venditori ambulanti sono forniti di licenza?

oracolodidelfo

Dom, 12/07/2020 - 12:40

Hanno gettato nella Daresena un innocuo venditore ambulante di rose. Dovrebbero gettare nella Darsena i pusher venditori di droga! Invece rischia di esserci buttato Brumotti!

ziobeppe1951

Dom, 12/07/2020 - 12:57

Cultura del pensiero unico

bobots1

Dom, 12/07/2020 - 13:07

Inutile e deprecabile violenza, per fortuna senza danni. La prossima volta chiamino la polizia (che non verrà) che così potrà controllare se la persona è in regola. Ma che possibilmente lo facciano anche con i pusher...

Jon

Dom, 12/07/2020 - 13:50

Questo e' il risultato delle politiche alla Lamorgese.. 1200 arrivi al giorno, con contagiati e spreco di denaro per centinaia di milioni, portera' al rigetto degli illegali..Il governo deve considerare che il vaso e' pieno e bastera' una sola goccia..

routier

Dom, 12/07/2020 - 14:17

Troppi stranieri che vivacchiano "borderline" e quando la misura è colma ci si può aspettare di tutto. La demenziale politica filo immigratoria sta dando i suoi frutti (avvelenati). Farne un caso di cronaca è da inguaribili ingenui.

AH1A

Dom, 12/07/2020 - 14:22

mi piacciono poco i venditori di rose...ancor meno chi si fa forte con i deboli.

buonaparte

Dom, 12/07/2020 - 15:49

AH1A .. i deboli? questi venditori fanno parte di organizzazioni che hanno occupato quasi militarmente le nostre città per vendere di tutto senza pagare tasse e altre se tu vai li a vendere ti fanno vedere loro quanto deboli sono.. sono stati quelli che a torino in piazza castello durante la finale di coppa campioni hanno riempito la piazza di birra e cocci di bottiglie che hanno poi causato tanti feriti ..ma la stampa imperante di sinistra era concentrata ad attaccare la sindaca appendino perchè faceva parte del nemico allora da colpire e non di mettere in rilievo questo fatto gravissimo. alcuni sono stati poi condannati in sordina perchè i giudici di torino non potevano non farlo-comunque pene lievissime..giudici di frattoccchie e del spataro..

Ritratto di moshe

moshe

Dom, 12/07/2020 - 16:55

grave episodio? VEDRETE COSA SUCCEDERA' TRA NON MOLTO SE QUESTO GOVERNO DI INCAPACI NEMICI DEGLI ITALIANI NON LA SMETTERA' DI FARE ARRIVARE CLANDESITNI !!!!!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 12/07/2020 - 17:03

La colpa la darei ai caporali fiorai che ingaggiano queseti disperati del Bangladesh a vendere fiori per le strade senza licenza alcuna.

Ritratto di Fabious76

Fabious76

Dom, 12/07/2020 - 17:22

buonaparte-Dom, 12/07/2020 - 15:49: mi vuole dire che l'enorme evasione fiscale in Italia è colpa loro? Mi vuole forse dire che le tifoserie che devastano stazioni, parcheggi, imbrattano strade, stadi, vagoni treno e pullmann sono tutti stranieri? Perché non utilizzate i stessi toni quando a compiere i stessi fatti sono degli italiani?

doa59

Dom, 12/07/2020 - 17:59

x fabious 76 questi sono evasori totali non pagano niente.