"Niente Festa del papà per non urtare famiglie gay"

La denuncia di Riccardo De Corato, capogruppo regionale di Fratelli d'Italia ed ex vicesindaco di Milano

"Niente Festa del papà per non urtare famiglie gay"

Il politicamente corretto colpisce ancora? Secondo Riccardo De Corato, capogruppo regionale di Fratelli d'Italia ed ex vicesindaco di Milano non tutte le scuole materne di Milano avrebbero celebrato la Festa del Papà. «Ci sono arrivate - riferisce De Corato - segnalazioni sugli asili di via Corsica e via Anfossi, nei quali la ricorrenza sarebbe stata sospesa per rispetto alle famiglie gay. L'ex vicesindaco chiede all'amministrazione comunale «se queste voci sono vere» e «in caso affermativo - avverte - sarebbe una vergogna».

«Mi auguro che tutti i bambini nelle scuola di Milano - ha detto ieri De Corato - oggi stiano preparando lavoretti da portare ai papà o canzoncine da cantare in famiglia. Mi auguro che i diritti dei bambini non siano stati calpestati in nome dei diritti Lgtb. Noi, nel giorno di San Giuseppe, ricordiamo in modo chiaro che le famiglie sono composte da un padre e una madre, non da «genitore 1» e «genitore 2». «La famiglia tradizionale è sempre più trascurata - ha detto ancora il capogruppo regionale di Fratelli d'Italia - e per questo vogliamo essere certi che almeno nelle scuole sia rimasta salda la Festa del Papà».

Alla vigilia della festa, parlando del caso che poi ha più dettagliatamente commentato ieri, ha avvertito che «iniziative come quella della scuola milanese rischiano di demonizzarla e cancellarla progressivamente. Infine ha garantito «che anche nei prossimi 5 anni, le politiche di Regione Lombardia ribadiranno la centralità della famiglia composta da uomo e donna».

Caricamento...

Commenti

Caricamento...