Papa Francesco parla di Expo e Milano spera nella sua visita

Un pensiero anche per Expo. È arrivato da Papa Francesco dopo l'Angelus in piazza San Pietro. E come è nel suo stile, Bergoglio ha invitato a concentrarsi su coloro che sono nelle difficoltà più grandi. «A nessuno manchi il cibo quotidiano» l'appello applaudito dai fedeli riuniti sotto la finestra del Palazzo Apostolico. Parole che hanno riacceso la speranza di una visita del Papa a Milano, dopo l'invito rivoltogli dalla delegazione Expo guidata dal cardinale Angelo Scola in trasferta a Roma. Il Papa, che ha già fissato la data per la visita a Torino in occasione dell'ostensione della Sindone, il 21 giugno prossimo, tra l'altro ha subito fatto impennare il numero dei fedeli che si sono prenotati per vedere il Telo col volto di Cristo. Nessuna novità definita è invece al momento in calendario per Milano.

«Mi unisco ai vescovi nell'auspicare un impegno rinnovato perché a nessuno manchi il cibo quotidiano, che Dio dona per tutti. Sono vicino al mondo dell'agricoltura, e incoraggio a coltivare la terra in modo sostenibile e solidale» le parole del Pontefice in piazza San Pietro. Ieri infatti, in Italia, si celebrava la Giornata del Ringraziamento, che quest'anno ha come tema 'Nutrire il pianeta. Energia per la vita', ovvero il titolo dell'Expo che aprirà tra poco meno di sei mesi.

Anche il cardinale Scola si è rivolto agli agricoltori nella Messa per la Giornata del ringraziamento, celebrata nella cornice dell'abbazia di Chiaravalle e ripresa in diretta da Rai1: «Con il vostro lavoro voi garantite il sostentamento primario. Il lavoro della terra è e resterà pilastro insostituibile alla vita buona sia nelle complesse società opulente come le nostre sia, e soprattutto, nelle nazioni che sono duramente provate per la fame, la guerra, la persecuzione».

Commenti