Quanti milioni di «buco»? Lo decide oggi l'assessore

Ieri sera a Palazzo Marino era fissato l'ultimo incontro tra sindaco e giunta per chiudere il capitolo della spending review

L'assessore Francesca Balzani scrive l'atto finale sui tagli al Bilancio preventivo 2013. Oggi segnerà la cifra oltre cui la giunta non riuscirà ad andare con i risparmi e il congelamento delle spese, ieri sera a Palazzo Marino era fissato l'ultimo incontro tra sindaco e giunta per chiudere il capitolo della spending review.

Da 437 milioni di euro il buco è sceso la scorsa settimana a 300 (gli assessori si erano ridotti il budget di circa cento milioni, gli altri derivano da esercizi contabili). «Non bastano» aveva avvertito la Balzani e ieri sera erano chiamati tutti a mettere sul tavolo il risultato del secondo round. L'obiettivo era di avvicinarsi a quota 200 milioni. Ma si rischiano 200-250 milioni di tasse e aumenti di tariffe, quanto mancherà a raggiungere la quadratura del Bilancio.

É quasi certo che non ci saranno ritocchi all'Imu, né sulla prima né sulla seconda casa, mentre l'Irpef salirà al massimo - lo 0,8% - e il tetto dell'esenzione calerà dagli attuali 33.500 a 15mila euro di reddito. Alle 15 la Balzani presenterà l'esito dei tagli ai capigruppo di maggioranza e opposizione.

Commenti