Sala: "Salvini? Diabolico attivatore di consenso"

Sala: "Salvini? Diabolico attivatore di consenso"

«Matteo Salvini è pericoloso in quanto grande attivatore di consenso, in questo lui è diabolico. È molto scaltro da questo punto di vista e il Pd si deve fare sentire di più». Parla a ruota libera il sindaco Beppe Sala (nella foto alla presentazione di Milano Rally Show ieri a Palazzo Marino) sul placo della festa di Radio Popolare. «Salvini lo conosco da tanto, è milanese. Non so quanto lui creda fino in fondo alle cose che dice o sia alla ricerca del consenso, ma può essere pericoloso nella misura in cui allontana dalla soluzione dei problemi».

Tra i temi affrontati, la politica nazionale con particolare riferimento al la linea politica del neo ministro dell'Interno Salvini sull'immigrazione. E a proposito di immigrazione sul pranzo multietnico previsto sabato al parco Sempione e promosso dal Comune per ribadire la natura di Milano «città aperta e inclusiva», Sala ha detto di non essere alla ricerca di consenso «perché non mi devo costruire una carriera politica. Voglio fare quello che ho promesso ai milanesi e quello che mi sembra giusto fare con la mia giunta». In questo momento storico, secondo il sindaco «chi ha dei sentimenti di accoglienza e volontà di fare la propria parte, lo deve testimoniare ancora di più». Con buona pace del Pd, che «deve trovare una proposta in tempi rapidi altrimenti alle prossime europee sarà un altro bagno di sangue».