La scippano sotto casa: rischia la morte per un infarto

Ha fatto appena in tempo a dire al marito di essere stata scippata da due uomini poi ha perso conoscenza. Non uno svenimento per la paura, ma un infarto. Ora la donna è ricoverata in terapia intensiva all'ospedale di Gallarate in gravissime condizioni. I carabinieri hanno iniziato le ricerche dei due potenziali assassini.
La signora Teresa B., 58 anni, sposata senza figli, da qualche tempo ha preso l'abitudine di alzarsi presto, perché l'età e qualche problemino, è infatti invalida civile, non la fanno dormire. Scende al bar Tribe di via Bossi, a due passi da casa, dove è ormai una affezionata cliente, prende un caffè, compra un gratta e vinci e sfoglia i giornali. Anche ieri ha lasciato attorno alle 6.30 la sua abitazione in via Roma a Rescaldina e si è incamminata verso il quotidiano appuntamento. Fatti pochi passi è stata però aggredita da due uomini che l'hanno strattonata per strapparle la borsetta, contenente una cinquantina di euro e i soliti effetti personali.
La povera signora si è messa a strillare con quanto fiato aveva in gola, attirando l'attenzione del marito. Angelo F., 61 anni, pensionato, è sceso di corsa per le scale e l'ha trovata a terra sconvolta. L'ha presa tra le braccia per farle coraggio. La donna ha fatto appena in tempo a mormorare «Due uomini... la borsetta» poi si è accasciata. Il marito ha attivato i soccorsi e un'ambulanza l'ha portata all'ospedale di Gallarate dove i medici hanno subito capito la gravità della situazione. Non un banale svenimento per la paura, ma bensì un infarto e anche piuttosto grave. La signora è stata quindi ricoverata in terapia intensiva con prognosi riservatissima. I carabinieri hanno nel frattempo iniziato la caccia all'uomo cercando telecamere e testimoni che possano fornire elementi utili alle indagini.

Commenti