Sfida tutta rosa a Legnano Segrate, c'è Alessandrini

Toia sarà affiancata da due colleghe capolista. L'ex sindaco torna in campo, "giallo" sulla Lega

Situazione critica a Segrate, liste separate a Cologno Monzese e Corsico, accordo fatto a Legnano e negli altri centri. Il centrodestra si avvicina così alle Comunali del 20-21 settembre. «Una campagna strana, molto politica - spiega il vice coordinatore regionale di Fratelli d'Italia Fabio Raimondo - noi contiamo di ottenere un ottimo risultato con i nostri alleati, sicuramente Fratelli d'Italia sarà protagonista». E sarà appunto di Fdi uno dei candidati sindaco di Segrate, Luca Sirtori che il 20 luglio è stato presentato da Giorgia Meloni, insieme al coordinatore provinciale Sandro Sisler e alla coordinatrice regionale Daniela Santanchè. Quattro giorni prima anche la Lega aveva annunciato il sostegno a Sirtori. Ma adesso si è aperto un giallo. Forza Italia ha insistito su un suo candidato, l'ex sindaco Adriano Alessandrini, e secondo il coordinatore provinciale Graziano Musella l'accordo col Carroccio è fatto. «Ha prevalso la razionalità. Abbiamo chiuso con la comune valutazione di presentare Alessandrini e di fare uno sforzo per mantenere il centrodestra unito dialogando con Fdi». La Lega ora temporeggia: «Per vincere - dice il segretario lombardo Paolo Grimildi - serve il candidato più appropriato. Serve un esame di coscienza su chi sia il candidato più appropriato».

Divorzio deciso a Corsico e a Cologno Monzese. A Corsico Lega e Fdi sostengono l'ex sindaco Filippo Errante che si presenta come Corsico Ideale, richiamandosi alla «Lombardia Ideale» del governatore Attilio Fontana. Fi corre invece con Roberto Mei, a lungo consigliere comunale molto votato e già assessore. Corse separate anche a Cologno Monzese, dove Lega e Fdi sono insieme sul nome del sindaco uscente Angelo Rocchi, ma lo schieramento pare destinato a dividersi dopo una recente instabilità. Negli altri centri tutto più tranquillo. A Bollate, a Parabiago e a Cuggiono. A Vuittone Fi e Fdi hanno dato il via libera ad Antonio Miglio di «Insieme per Vittuone» mentre l'incognita è rappresentata dal Carroccio.

Nessuna incognita a Legnano, dove tutti sono d'accordo sulla candidatura di Carolina Toia, avvocato ed ex consigliere regionale. A sostenerla, convinto, tutto il centrodestra, con Fi e Fdi che schierano altre due avvocatesse come capolista. Gli azzurri saranno guidati da Roberta Paparatto. Fdi da Maira Cacucci, ex assessore. «Il centrodestra è unito nell'80-90% per cento dei casi, è un buon risultato e fa ben sperare - commenta Musella - c'è volontà di mantenere un raccordo pur nelle divisioni su tante cose. Uniti nelle diversità si mantiene un collante che è importante come opzione di governare il Paese. A livello locale quell'80% di accordi è un buon risultato, il resto spero che si risolverà ai ballottaggi. Sarà una tornata elettorale difficile, breve, ad agosto, anche per questo c'è bisogno di candidati conosciuti e di esperienza, in grado di dare risposte efficaci ai cittadini con le difficoltà che ci sono oggi. A Segrate ha prevalso il buon senso: Alessandrini ha governato bene ed è la persona giusta in un Comune importante».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.