Sicurezza, De Corato incalza Granelli: "Escalation di violenza: che vuol fare?"

L'ex vicensindaco chiede al neoassessore di invertire la rotta

Sicurezza, De Corato incalza Granelli: "Escalation di violenza: che vuol fare?"

Dall'assessorato alla mobilità e ai lavori pubblici a quello della sicurezza. Dalle polemiche infinite sulla realizzazione «selvaggia» di ciclabili che in molti casi sono state contestate da politici e residenti alla gestione, non meno delicata, della sicurezza in città. Marco Granelli, a cui il sindaco Sala ha chiesto l'assunzione di 500 vigili, di collaborare con altre forze di polizia e prestare attenzione alla sicurezza di sera e di notte continua ad essere al centro delle polemiche. Ad accendere la miccia questa volta è il suo «collega» in regione Riccardo De Corato assessore alla sicurezza della Lombardia: «A Milano continua la lunga lista di episodi di criminalità: venerdì sera c'è stata un'aggressione a colpi di bottiglie tra sudamericani in via Nicolodi, sabato sera in viale Monte Grappa c'è stata invece una rapina tra nordafricani. Un egiziano di 22 anni è stato prima minacciato con un coccio di bottiglia da due malviventi che volevano rapinarlo e sono fuggiti e poi è stato colpito al volto con una testata da un connazionale e derubato del telefono cellulare. Quest'ultimo, un 18enne egiziano, è stato arrestato dai carabinieri» fa sapere De Corato che è anche membro della Direzione Nazionale di Fratelli d'Italia, commentando gli ultimi episodi di aggressioni e rapine avvenuti nel fine settimana in città. Che poi rilancia: «Che cosa intende fare il neoassessore alla sicurezza Granelli di fronte a questa escalation di microcriminalità e violenza che è arrivata persino ai regolamenti di conti tra connazionali? Continuare come prima?»

Commenti