«Tagli alla sanità? Subito l'autonomia»

Forza Italia si ribella al diktat del governo. Gelmini: «Referendum per tenerci le tasse»

L'assessore alla Sanità Mario Mantovani li definisce «feroci». Il coordinatore regionale di Fi Mariastella Gelmini «ingiusti e dolorosi». I tagli imposti dal governo alla Lombardia sulla spesa sanitaria sono senza ombra di dubbio i più salati d'Italia: la riduzione ammonta a 385 milioni di euro ed arriva giusto giusto alla vigilia della riforma sanitaria. Il «solito» paradosso: la Lombardia, una delle poche regioni con i bilanci in ordine, viene penalizztata. Chi invece ha contratto debiti ed ha i conti in rosso viene giustificato. «La Lombardia - denuncia la Gelmini - è la regione più colpita in assoluto, dopo di noi il Lazio e la Campania, ma si scende a 222 milioni. Il metodo è quello, irragionevole e immeritato, dei tagli lineari, che non tengono conto di parametri come la virtuosità dei conti e la qualità dei servizi e puniscono le regioni virtuose, finendo per premiare indirettamente quelle peggio amministrate».

Da qui la necessità, sempre più urgente, del referendum sull'autonomia, per poter gestire con più indipendenza le risorse e non dover dipendere dalla scure romana. I lombardi saranno chiamati alle urne la prossima primavera.

Anche se parte della città va in vacanza, il weekend offre molte opportunità tra musica all'aperto, teatri e mercatini. Domani torna il Mercato dell'Antiquariato di Brera. Stasera alla Scala c'è l'Orchestra di Budapest, mentre ai Mercati Generali suonano gli Incognito.

Un aereo di linea della Air India in volo verso Milano è stato costretto a invertire la rotta e a rientrare all'aeroporto di New Delhi per l'avvistamento di un topo a bordo. L'incidente un paio d'ore dopo il decollo, quando il volo con duecento persone a bordo era sopra il Pakistan.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti