Veronesi va sul palco e sceglie il Pdl

«Siamo amici da anni perché io lavoro in un istituto situato nel Parco Sud Milano e insieme a Fabio abbiamo sognato di creare un grande istituto di ricerca, un grande centro avanzatissimo che deve diventare il più importante d'Europa». Parlava del Cerba il professor Umberto Veronesi che è salito sul palco del teatro Dal Verme per sostenere la candidatura alla Regione di Fabio Altitonante, l'assessore provinciale del Pdl che ha appoggiato il progetto dell'oncologo osetggiato invece dalla giunta Pisapia. Strada diversa ha preso, invece, l'avvocato Vittorio Dotti, un berlusconiano di ferro e tra i fondatori della Forza Italia del '94 che insieme a un gruppo di avvocati ha sponsorizzato con un annuncio sul giornale la candidatura di Umberto Ambrosoli.
Il candidato presidente della Regione del centrodestra, Roberto Maroni, sottolinea l'importanza dell'accordo con il Pdl: «L'alleanza con Berlusconi è l'unica possibiltà che ci consente di vincere in Lombardia». Detta la linea al partito: «Qualcuno dice che andare “duri e puri” ci avrebbe fatto ottenere più voti a livello nazionale ma dico che è meglio avere qualche parlamentare in meno e vincere in Lombardia». E su twitter Maroni si propone in ticket con l'assessore leghista nero Iwobi Toni: «Siamo la coppia (politicamente...) più bella del mondo».