"3 milioni di mascherine" E Gallera punge Borrelli "Sue parole sconcertanti"

Federfarma ha comunicato un altro stop nella distribuzione dei dispositivi di protezione. Ma Gallera rassicura i lombardi: "Siamo in contatto costante con l'Ordine dei farmacisti e i distributori e stiamo riducendo al massimo i tempi di consegna"

Mascherine obbligatorie ma difficilmente reperibili. Per i cittadini della Lombardia, focolaio delle ultime settimane dell'emergenza coronavirus, avere la possibilità di utilizzare uno dei pochi dispositivi utili a contenere il contagio sembra essere ancora un'operazione complicata. Anche perché, come riportato dal Corriere della sera, in una nota di domenica sera di Federfarma è stato chiarito che la distribuzione subirà un altro arresto. E che la nuova partita di mascherine non sarà disponibile prima del fine settimana (e, quindi, non da oggi).

Dove sono le mascherine?

La priorità nell'elargizione dei dispositivi, infatti, come specificato dai vertici della Regione, è da dare agli ospedali e alle strutture sanitarie, che più di altri sono provate dalla diffusione dei contagi da Covid-19. Tuttavia, oggi sarebbero stati in molti a chiedersi, dove siano e perché non arrivino le mascherine già stoccate, ma non ancora consegnate, che per esempio, l'azienda Fippi di Rho produce già già da giorni, arrivando ieri a quota cinque milioni di pezzi.

Il paradosso

L'ordinanza lombarda che obbligava tutti i cittadini a uscire di casa soltanto se provvisti di oggetti di protezione, sostituendoli in caso di assenza con ogni altro tipo di indumento da alzare sul volto, era stata firmata sabato. Ma a due giorni da quella disposizione, le apparecchiature non sarebbero di fatto ancora disponibili. Eppure, secondo quanto riportato dal quotidiano, l'assessore alla protezione civile della Regione Lombardia, Pietro Foroni, ieri aveva annunciato il primo anticipo dei 3,3 milioni di dispositivi di protezione previsti per il territorio, già a disposizione da oggi.

Mascherine in vendita

Intanto, l'assessore al Bilancio, Davide Caparini, avrebbe chiesto di attendere con pazienza, invitando i cittadini a non scatenare corse all'accampamento e soprattutto senza aspettarsi un regalo, visto che le mascherine saranno in vendita (soltanto in casi eccezionali saranno distribuite gratuitamente). Quelle stanziate dovrebbero essere 300mila ma, come specificato da Federfarma, saranno messe a disposizione quando ogni farmacia avrà ricevuto la sua dotazione e soprattutto quando saranno chiari i criteri per assegnarle. "La mascherina sarà data a chi ne è privo o a determinate categorie di persone fragili che, magari, il farmacista conosce", aveva aggiunto Foroni.

Gallera rassicura i lombardi

Intanto, questa mattina, intervenendo a "Fatti e Misfatti", su Tgcom24, l'assessore al Welfare, Giulio Gallera, ha voluto rassicurare i lombardi: "Siamo in contatto costante con l'Ordine dei farmacisti e i distributori e stiamo riducendo al massimo i tempi di consegna: pensiamo di riuscire a consegnarle a loro domani, così che da mercoledì siano anche nelle farmacie. Ma per quella data i sindaci ne avranno già distribuite molte ai propri cittadini".

Gallera: "Borrelli? Sconcertante"

E poco dopo, l'assessore regionale al Welfare, intervenuto al programma Mediaset Mattino 5, ha definito "sconcertante" sentire dire dal capo della protezione civile, Angelo Borrelli, che non avrebbe indossato la mascherina perché sufficiente il distanziamento sociale: "È lo stesso tema della circolare del ministro Lamorgese sulle passeggiate con i figli: o diamo tutti dei messaggi univoci o disorientiamo il cittadino, che non capisce cosa deve fare".

Lo scontro sulla mascherina

"Il messaggio sulla mascherina è importantissimo, per quello mi dispiacciono le dichiarazioni di Borrelli", ha chiarito Gallera. Che, poi, ha aggiunto: "Noi dovremo abituarci a usare la mascherina o altro strumento di protezione per i prossimi mesi, perché questo virus non scompare adesso, noi speriamo di soffocarlo, ma può ritornare in qualsiasi momento. Si parla di una nuova ondata a ottobre. Non potremo stare chiusi in casa a vita, noi pensiamo che questo sacrificio vada fatto ancora due o tre settimane, ma poi dovremo usare quegli accorgimenti per evitare che si ricominci con i focolai e la diffusione vorticosa".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Mborsa

Lun, 06/04/2020 - 15:49

Ma è possibile discutere senza dare i dati? Quante mascherine, respiratori, tute etc. sono state fornite dalla Protezione Civile alla Regione e quante sono state distribuite da questa? Non ho sentito una richiesta di questi numeri al dr. Borrelli e/o a Gallera, eppure tutti i media hanno trattato in lungo e in largo dei DPI.

scorpione2

Lun, 06/04/2020 - 16:01

SIG. GALLERA, STAMATTINA IN UNA FARMACIA DI ROZZANO UNA MASCHERINA E' STATA PAGATA 7,50 EURO, COL VOSTRO FARE DA INCOSCIENTI AVETE FAVORITO LE SPECULAZIONI SULLE MASCHERINE. TUTTO QUESTO EGR.SIG. GALLERA VI RITORCERA' CONTRO.

scorpione2

Lun, 06/04/2020 - 16:04

A PROPOSITO COME VANNO I LAVORI IN FIERA? HO SENTITO DIRE CHE CE' UNA FILA DI PAZIENTI CHE ASPETTANO UN POSTO, NON SI SA' QUALE POSTO MA LO ASPETTANO.

cir

Lun, 06/04/2020 - 16:16

inutile , non ce la faranno mai i lumbard da soli.

cir

Lun, 06/04/2020 - 16:29

scorpione2 : per entrare bisogna prima vincere il cuoncuorso..

scorpione2

Lun, 06/04/2020 - 16:30

XMBORSA, SECONDO ME LA REGIONE LOMBARDIA CHE IN FATTO DI SANITA' E' L'ECCELLENZA HA FATTO UN ERRORE MADORNALE,AVREBBE DOVUTO DI LORO INIZIATIVA PRENDERSI LA RESPONSABILITA'E DANDO L'OBLIGO A TUTTI I CITTADINI DI INDOSSARE LE MASCHERINE PER LE STRADE. MA NON PUO' EMANARE UN DECRETO IL 05/04 CON VALENZA 06/04 COSA CHE NEANCHE IL PIU' GNUCCO DELLA COMPAGNIA POTEVA FARE.

jaguar

Lun, 06/04/2020 - 16:38

scorpione2, cosa c'entra Gallera con i prezzi delle mascherine in farmacia?

STREGHETTA

Lun, 06/04/2020 - 16:44

" La subdola tattica della calunnia " - Oh,ecco schierati in fila gli sciacalli! O meglio, quelli comandati di inserirsi a commentare negativamente nei giornali "avversari" e riguardo l'operato delle regioni a guida " avversaria ". I sinistri non si smentiscono mai per mentalità e modi : il loro modo di combattere non è confrontarsi e andare alle urne; no, loro cercano sempre di sminuire,irridere, criminalizzare i loro antagonisti politici e farli fuori con la diffamazione, a uno a uno. Dai capi riconosciuti del Centrodestra fino a governatori e sindaci, il loro usato metodo è eliminarli in modo subdolo. " Calunniate, calunniate - recitava infatti il detto - e qualcosa resterà ".

t.francesco

Lun, 06/04/2020 - 18:08

HO NOTATO DAI COMMENTI ALCUNI ATTEGGIAMENTI STRANI. MI SPIEGO: COLUI CHE VA IN GIRO PER METTERE LA MASCHERINA HA BISOGNO DI QUALCUNO CHE LA OBBLIGHI? IO CREDO DI NO, PENSO CHE SIA UN INTERESSE PERSONALE. IL PROBLEMA SEMMAI E AVERE LA MASCHERINA. ALLORA BISOGNA COSTRUIRLA. PRENDERE UN FAZZOLETTO 30X30 E RIPIEGARLO IN TRE PARTI. CUCIRLO ALLE ESTREMITA' UNITAMENTE A DUE LACCI O ELASTICI. DENTRO UNA PIEGATURA SI PUO' INSERIRE UN SALVASLIP O ASSORBENTE POSSIBILMENTE MUOVI ESOSTITUIBILI. INDOSSARE LA MASCHERINA CHE NON SO SE FUNZIONA CONTRO IL VIRUS MA SICURAMENTE IMPEDISCE DI METTERE LE MANI IN BOCCA. BUONA PASSEGGIATA.

t.francesco

Lun, 06/04/2020 - 18:13

DIMENTICAVO, LA MASCHERINA E' TALMENTE FASTIDIOSA CHE FA DA PROMEMORIA PER IL RISPETTO DELLE DISTANZE, CHE E' LA COSA PIU' IMPORTANTE.