Guerra in Ucraina

"Processo iniziato", "Stupidi". Altissima tensione: può scoppiare un'altra guerra

La Finlandia si prepara al dibattito sulla possibile candidatura per la Nato, entro l'estate, insieme alla Svezia. La reazione della Russia: "Dichiarazioni stupide e infondate"

"Processo iniziato", "Stupidi". Altissima tensione: può scoppiare un'altra guerra

Da diverse ore si rincorrono voci su un possibile ingresso di Finlandia e Svezia nella Nato: si passerebbe così da 30 a 32 membri, con conseguenze politiche e militari che al momento non possono essere chiare. L'ipotesi di certo non fa contenta la Russia: il blocco occidentale eserciterebbe ancora più pressione nei confronti di Mosca. Una mossa da incubo per Vladimir Putin, che ovviamente teme uno scenario del genere con tanto di espansione della Nato.

La mossa della Finlandia

I prossimi passi saranno cruciali, visto che si parla di una adesione entro l'estate. Da parte della Finlandia è atteso a breve un rapporto cruciale per analizzare la situazione strategica in seguito all'operazione militare della Russia portata avanti in Ucraina. Il che può essere interpretato come il preludio a un dibattito sulla probabile candidatura per la Nato, uno step in più che nei fatti andrebbe a interrompere la storica neutralità della Finlandia. Si discuterà di tutti gli aspetti della possibile adesione alla Nato o di altre soluzioni di sicurezza; successivamente il governo elaborerà le sue conclusioni insieme al presidente della Repubblica.

Sarebbe un risultato paradossale per la Russia, che vedrebbe finire un Paese vicino nelle file della Nato dopo aver lanciato l'offensiva proprio contro l'estensione dell'alleanza militare occidentale. Questa settimana potrebbe rivelarsi decisiva per la candidatura della Finlandia alla Nato, anche se la scelta finale e definitiva è prevista per fine giugno.

La sensazione è che non si tratti di questione di mesi, ma di settimane. Dunque i tempi potrebbero essere davvero stretti. Ciò che prima era ritenuto impensabile ora è diventato forse inevitabile: la discussione viene affrontata proprio in questo momento, in seguito al conflitto militare tra Ucraina e Russia che inevitabilmente ha cambiato tutto. Il governo di Helsinki vuole adottare "soluzioni di sicurezza" a tutela delle future generazioni di cittadini.

La reazione della Russia

Non si è fatta attendere la reazione di Mosca. Questa mattina Maria Zakharova, portavoce del ministero degli Esteri russo, è intervenuta ai microfoni dell'emittente radiofonica Sputnik e non ha usato mezzi termini: le dichiarazioni di alcuni esponenti politici sulla necessità che Svezia e Finlandia aderiscano alla Nato sono state bollate come "stupide e infondate".

Il ragionamento russo è il seguente: queste affermazioni non trovano alcuna base su fatti concreti, ma corrispondono a semplici atti di propaganda e di provocazioni. Non solo: si ritiene che mosse del genere non soddisfino affatto gli interessi dei popoli dei due Paesi scandinavi, ma che tengano conto esclusivamente di quelli dell'Alleanza atlantica sotto gli auspici degli Stati Uniti.

Commenti