Arrestati 3 uomini che volevano colpire la maratona di Istanbul

I jihadisti dell'Isis volevano colpire ancora durante la manifestazione sportiva

Arrestati 3 uomini che volevano colpire la maratona di Istanbul

Erano legati al sedicente Stato islamico (Isis) i tre uomini che sono stati arrestati a Istanbul, sospettati di voler attaccare la maratona della città sul Bosforo, per colpire di nuovo al cuore la Turchia, come già molte volte è avvenuto negli ultimi anni.

I terroristi volevano colpire con un ordigno dello stesso tipo di quello che fece strage alla maratona di Boston del 2014. Le istruzioni e il materiale necessario per realizzarlo - facilmente reperibili online - sono stati trovati durante una serie di perquisizioni lo scorso 12 settembre, quando in 25 vennero fermati dalla polizia turca.

I jihadisti si preparavano a colpire a novembre, durante la manifestazione sportiva. Ventidue persone sono state deportate nei Paesi d'origine dopo gli arresti, mentre sono in carcere in Turchia un siriano e due indonesiani. Tra il materiale sequestrato anche filmati con i sermoni del leader dell'Isis Al Baghdadi e che riprendevano l'esecuzione di prigionieri in mano ai terroristi.

Commenti