Benalla, Macron ancora nei guai: sospetti su un viaggio in Ciad

I media francesi hanno scoperto che l'ex guardia del copro di Macron è andato in Ciad pochi giorni prima del presidente. E adesso vogliono sapere se ha lavorato come intermediario o in viaggio di Stato

Benalla, Macron ancora nei guai: sospetti su un viaggio in Ciad

Alexandre Benalla torna a dare problemi ad Emmanuel Macron. L'ex guardia del corpo del presidente francese è di nuovo sotto la luce dei riflettori per un viaggio in Ciad a dicembre. Paese dove si è recato in visita anche Macron poco prima di Natale. Una coincidenza che non poteva non essere notata dai media francesi e che adesso crea imbarazzo all'Eliseo. Ora arrivano le prime dichiarazioni dell'Eliseo, secondo il Benalla aveva informato Parigi del suo viaggio in Ciad. La presidenza francese ha però affermato che la comunicazione è arrivata solo "la settimana scorsa".

Secondo Le Monde, a N'Djamena, capitale del Paese africano, Benalla ha incontrato Oumar Deby, fratello del presidente Idriss Deby e direttore generale delle riserve strategiche del Paese. Per il quotidiano francese, l'ex uomo di fiducia di Macron era accompagnato da "sei persone, era su un aereo privato, ha pagato con carte di credito le notti nell'Hilton locale". Macron, andato a sua volta in Ciad il 22 dicembre, ha incontrato il presidente Idriss Deby e si è sentito in dovere di parlare della visita di Benalla. Secondo le prime dichiarazioni di Parigi: "questa persona non era in alcun modo un intermediario ufficiale o non ufficiale della presidenza".

Ma la precisazione dell'Eliseo lascia alcuni sospetti. Su richiesta esplicita di France Press, la presidenza francese dichiara che Benalla "non ha informato l'Eliseo su suoi movimenti prima di realizzarli, ma solo di recente la scorsa settimana".

Commenti