Il Canada toglie le parole al maschile dall'inno nazionale

In Canada cambiano le parole dell'inno nazionale per non offendere nessuno

Il Canada toglie le parole al maschile dall'inno nazionale

Serviva l'approvazione del Senato perché la modifica diventasse definitiva e con il via liber arrivato dalla politica, dal primo giorno di febbraio i canadesi potranno cantare il loro nuovo inno. Ripulito da tutte le parole maschili per non offendere nessuno, con buona pace di quella terza strofa che faceva riferimento ai "figli" del Paese e al loro amore patriottico.

Niente più figli nell'inno, per non offendere nessuno che uomo non sia. Ora quel verso parlerà dell'amore patriottico "di tutti noi", più generico, meno sessualmente definito secondo l'establishment canadese, considerato che in inglese esiste il genere neutro.

Commenti