Covid-19, ora chiude pure la Basilica del Santo Sepolcro

Il nuovo coronavirus costringe le autorità civili e religiose di Gerusalemme a chiudere la Basilica del Santo Sepolcro. Non accadeva dal 1349

Covid-19, ora chiude pure la Basilica del Santo Sepolcro

La Basilica del Santo Sepolcro a Gerusalemme è stata chiusa per combattere la pandemia dovuta al Covid-19.

Le chiese del mondo sono state interessate dalle contromisure adottate in queste settimane dalle autorità civili. Le celebrazioni, come sappiamo, risultano essere state sospese. Anche Papa Francesco dovrà celebrare la Pasqua mediante una funzione che sarà trasmessa solo in streaming. Sono settimane che Bergoglio celebra la Messa in streaming. La ratio, anche in Israele, è sempre la stessa: bisogna evitare gli assembramenti di persone. Per quanto quella Basilica specifica abbia un valore del tutto particolare per la storia della cristianità. In quel luogo, del resto, sarebbe morto e risorto Gesù Cristo.

Ma la Città Vecchia di Gerusalemme non può fare eccezione: il nuovo coronavirus non conosce confini. E anche le istituzioni ecclesiastiche, in questi ultimi giorni, sono state molto chiare sul "perché" si preferisca evitare che i fedeli si rechino all'interno dei luoghi di culto. Tra coloro che hanno chiarito quale sia la situazione, vale la pena sottolineare l'opionione del cardinal Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, che ha spiegato le ragioni persistenti dietro la scelta dei sigilli. Le esigenze spirituali, nel corso di questa fase, devono passare in secondo piano. Bisogna adattarsi alle forme straordinarie che sono state messe a punto. Il video della chiusura della Basilica del Santo Sepolcro è stato postato sul profilo Twitter di Hananya Naftali. Viene fatto notare pure come una scelta del genere non venisse compiuta dal lontano 1349, per via della peste nera.

Si tratta, insomma, di una disposizione del tutto straordinaria. Le statistiche sul Covid-19 - come ripercorso dall'Adnkronos - segnalano come in Israele, ad oggi, siano stati registrati più di 9 mila casi di nuovo coronavirus. Le persone decedute, invece, sono 60. Il lockdown è stato confermato anche da Benjamin Netanyahu che, come riportato dall'Agi, è stato costretto ad imporre questo regime, nonostante stia per arrivare anche la Pasqua ebraica. La pandemia sta facendo sì che tutti gli Stati del mondo, alla fine, si allineino con quella che in termini riassuntivi è stata chiamata "serrata". Non sarà una Pasqua come le altre.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento