Droni sopra la villa di Harry e Meghan. La polizia monitora, paura per Archie

La coppia reale teme per la propria incolumità e per quella del figlio e, dopo numerose telefonate alla polizia di Los Angeles, ha deciso di rafforzare le misure di sicurezza

La residenza americana del principe Harry e Meghan è "sotto attacco" e la coppia sarebbe in pericolo. Droni illegali sorvolano da settimane la villa di Hollywood Hills dove i Sussex vivono insieme al figlio Archie, 2 anni, da alcuni mesi. Una violazione della privacy in piena regola, che ora spaventa la coppia reale tanto da richiedere l'intervento della polizia di Los Angeles.

Secondo quanto riferito dal quotidiano Daily Beast, solo nel mese di maggio sarebbero stati ben cinque i voli illegali, effettuati con droni, sopra la lussuosa villa di Harry e Meghan Markle. I piccoli velivoli telecomandati avrebbero sorvolato la proprietà a meno di sei metri d'altezza, cercando di catturare fotografie della coppia e del piccolo Archie. Una violazione della privacy che ha notevolmente preoccupato il principe Harry e sua moglie, che hanno tempestato la locale stazione di polizia di chiamate per segnalare l'abuso. "Sono stati segnalati almeno cinque incidenti relativi ai droni tra il 9 maggio e il 25 maggio - ha confermato un portavoce del Los Angeles Police Department al Daily Beast - l'ultimo in ordine di tempo è relativo al Memorial Day (il 25 maggio, ndr). Il rapporto rivela che dalla telefonata fatta dalla famiglia, un drone stava sorvolando l'area mentre la coppia stava giocando con il bambino a bordo piscina".

Una situazione che sta notevolmente preoccupando i Sussex che, hanno fatto sapere fonti vicine al Daily Beast, sono spaventati e increduli: "Vedono arrivare questi droni contro di loro e pensano di essere sfruttati dai fotografi, ma pensano anche ad altre ipotesi. Meghan ha ricevuto minacce di morte razzista al momento del suo matrimonio, quindi la minaccia terroristica è molto reale per loro". Secondo gli amici, Harry e Meghan vorrebbero essere visti come una famiglia normale, che non chiede trattamenti speciali ma solo rispetto e maggiore sicurezza.

Proprio per sentirsi maggiormente sicuri nella loro residenza di Los Angeles, sembra che i Sussex abbiano deciso di rafforzare le misure di sicurezza, pagandole di tasca loro. Se così fosse, la notizia arriverebbe come una vera e propria smentita alle voci che volevano il principe Carlo costretto a metter mano al portafoglio reale per garantire la loro incolumità in terra americana. Del resto la questione "security" è sempre stata tra i temi scottanti della Megxit. La regina Elisabetta II, pur avendo acconsentito all'uscita di scena della coppia dai doveri reali, non è mai stata disposta a mettere a rischio - nel bene o nel male - due esponenti della royal family.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 30/05/2020 - 12:36

Lasceranno i debiti da pagare: Tanto paga la nonna, pensano loro...