L'Unione europea propone il bando delle cannucce

L'Unione europea ha proposto l'eliminazione di oggetti di plastica monouso nella speranza di salvaguardare la vita marina e ridurre l'inquinamento

L'Unione europea propone il bando delle cannucce

L'Unione europea ha proposto l'eliminazione dell'uso di oggetti di plastica monouso, come cannucce, cotton fioc e posate nella speranza di salvaguardare la vita marina e ridurre l'inquinamento.

L'Ue ha anche intenzione di fare in modo di raccogliere la maggior parte delle bottiglie di plastica per riciclarle entro il 2025. Questo progetto ha bisogno dell'appoggio dei 28 Stati membri e dal Parlamento europeo, prima di poter essere approvato in via definitiva.

Il bando di tali oggetti aiuterà a ridurre le emissioni di carbonio, evitandone 3.4 milioni di tonnellate. Inoltre, potrà prevenire danni all'ambiente per un costo stimato intorno ai 22 miliardi di euro entro il 2030 e favorirà un risparmio per i consumatori di 6.3 miliardi.

"Bandiremo alcuni di questi oggetti e li sostituiremo con alternative eco-sostenibili, in questo modo le persone potranno continuare ad usare i loro prodotti preferiti", ha dichiarato il Primo Vice Presidente della Commissione Europea Frans Timmermans.

Ciascun Paese dovrà creare campagne di sensibilizzazione ed i produttori di tali materiali dovranno etichettare in modo chiaro i loro prodotti e fornire spiegazioni esaustive riguardo il loro smaltimento.

Verranno, in aggiunta, offerti degli incentivi economici a quei produttori che decideranno di usare materiale sostenibile. Ancora non è stato dichiarato quando gli oggetti di plastica monouso saranno messi al bando e, se tale proposta verrà accettata in modo definitivo, potremmo ancora avere la speranza di salvaguardare i nostri mari.

Commenti