Mondo

Halloween si avvicina: ecco i 5 cimiteri più inquietanti del mondo

La notte del 31 ottobre è alle porte e noi vi portiamo nelle necropoli preferite dai ghost hunter

Halloween si avvicina: ecco i 5 cimiteri più inquietanti del mondo

Halloween si avvicina e il Giornale.it vi porta a spasso per i cinque cimiteri più affascinanti del mondo.

Per molti questo tour potrà sembrare piuttosto macabro, non certo per i ghost hunter e gli amanti dell'occulto, che si aggirano tra sepolture e loculi a caccia di spiriti sopiti e brividi in salsa horror. A Buenos Aires c'è la famosa necropoli della Recoleta. Accessibile ai visitatori dal 1822, è il cimitero più chiacchierato del Sudamerica, in particolare per l'alone di mistero che avvolge il sepolcro di Rufina Cambacérès, una ragazza dell'alta borghesia spagnola che morì il giorno del suo diciannovesimo compleanno. La leggenda vuole che nel 1902 un becchino trovò la tomba della giovane leggermente scoperchiata, come se Rufina fosse stata sotterrata viva. Nel cuore di Edimburgo, invece, sorge il cimitero di Greyfriars. Risalente al diciasettesimo secolo e situato accanto a un vecchio ospedale, ospita la cella nera del sanguinario Sir George Mackenzie, che nel 1679 imprigionò e torturò duemila Covernaters, i sostenitori della dottrina presbiteriana. Il suo mausoleo, maledetto dai parenti delle vittime, fu chiuso per sempre e si narra che chi tentò di profanarlo assistette a fenomeni paranormali.

Il Père-Lachaise di Parigi è il cimitero monumentale più frequentato a livello internazionale: aperto al pubblico nel 1804, vanta defunti "grandi firme": da Eugène Delacroix a Honoré de Balzac, passando per Oscar Wilde, Jim Morrison e Amedeo Modigliani. Tappa obbligatoria dei turisti che si recano a Praga è il Vecchio cimitero ebraico, istituito nel ghetto della capitale ceca nel 1787 e ai piedi della Sinagoga Vecchia-Nuova: 12mila lapidi sovrapposte alla rinfusa, sotto cui giacciono più di 100mila corpi. Infine ci spostiamo negli Stati Uniti, in Virginia: l’Arlington National Cemetary è il cimitero militare più noto al mondo, dove riposano le salme di 300mila soldati americani caduti negli scontri bellici compresi tra la Guerra di Indipendenza del 1861-65 e il ricordo indelebile dell'11 settembre 2001. Camminando tra le tombe bianche (c'è anche quella del presidente John F. Kennedy) e le bandiere a stelle e strisce issate sul prato verde, si respira tutto l'orgoglio patriottico statunitense.

Commenti