I dem americani fanno causa: "Cospirazione per far vincere Trump"

Il Comitato Nazionale dei Dem americani ha intentato una causa presso il tribunale distrettuale di Manhattan: "Trump vincitore perché aiutato dai russi e da Wikileaks"

Il Partito Democratico degli Stati Uniti tenta il tutto per tutto. La notizia di oggi, che si legge sul Washington Post, riguarda una causa che il Comitato nazionale dei Dem ha intentato contro il governo russo, la campagna elettorale di Donald Trump e Wikileaks.

La tesi di base è quella secondo cui "i principali funzionari" che si sono occupati della campagna del Tycoon, il governo della Russia di Vladimir Putin e Wikileaks hanno "cospirato" per far sì che The Donald vincesse la corsa per la Casa Bianca contro Hillary Clinton. Le operazioni programmate, poi, avrebbero avuto la finalità precisa di indebolire la candidatura dell'ex segretario di Stato. L'azione legale è stata presentata presso il tribunale distrettuale di Manhattan.

Il presidente del DNC Tom Perez ha dichiarato attraverso una nota che:"Durante la campagna presidenziale del 2016, la Russia ha lanciato un assalto a tutto campo sulla nostra democrazia e ha trovato un partner disponibile e attivo nella campagna di Donald Trump" e che "ciò costituiva un atto di tradimento senza precedenti: la campagna di un candidato per il Presidente degli Stati Uniti in combutta con una potenza straniera ostile per rafforzare le proprie possibilità di vincere la presidenza". I Dem, insomma, sono convinti dell'esistenza del Russiagate, sul quale tuttavia non sono stati ancora trovati riscontri decisivi. Nel team di avvocati di Trump che si occupa del caso delle presunte collusioni con il governo russo, intanto, è stato inserito anche Rudy Giuliani.

La causa intentata dai Democratici non sarà semplice: uno ostacolo è costituito dall'immunità sovrana dello stato russo. Immunità che secondo il Comitato Nazionale non sarebbe eccepibile in questo specifico caso dato che "le richieste del DNC derivano dalla violazione della Russia ai server privati ​​del DNC...per rubare segreti commerciali e commettere spionaggio economico". Il Partito Democratico statunitense sembra essere arrivato a un bivio. A pochi mesi dalle elezioni di metà mandato il Partito Repubblicano è dato in ripresa e distaccato di soli quattro punti percentuali. Non è chiaro, inoltre, chi sia il leader in pectore di una formazione politica che è chiamata alla ricerca di qualcuno che possa comptere con The Donald. Chiaro che, se questa causa dovesse essere persa e nulla venisse dimostrato, i Dem statunitensi avrebbero fatto allora un'altra pessima figura.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

puntopresa10

Ven, 20/04/2018 - 19:29

Poveretti,lo hanno fatto a loro e si indignano,che poveretti.

puntopresa10

Ven, 20/04/2018 - 19:32

Questi americani,che grandi idioti,cominciano a starmi sulle palle.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 20/04/2018 - 19:48

le prove????...come quelle sui gas di Assad e delle armi di Saddam,naturally!!

kitar01

Ven, 20/04/2018 - 19:50

E pensare che c'è gente che ci crede.

tosco1

Ven, 20/04/2018 - 19:52

io penso che che Trump non avesse bisogno di altri aiuti per vincre, oltre quelli ricevuti, a gratis, dalle opere di Obama e della Clinton. Sono quindi le solite accuse false e ,sopratutto senza logica.

nunavut

Ven, 20/04/2018 - 20:03

I democratici,insomma,vogliono a tutti i costi dimostrare come un paese estero possa influenzare in un modo così pesante la politica e manipolare l'esito delle elezioni,non si accorgono che rendono ridicolo il loro paese ?

isaisa

Ven, 20/04/2018 - 20:06

SONO DEI BUFFONI

Ritratto di Attila51

Attila51

Ven, 20/04/2018 - 20:12

La cornutazza non si da per vinta

cgf

Ven, 20/04/2018 - 20:29

troppa erba che gira negli USA, è un'offesa agl'elettori, per fortuna che hanno 'democratico' nel nome.

Silvio B Parodi

Ven, 20/04/2018 - 20:52

in tutto il mondo i dem sono cosi cxxxxxi???riflessiva tu che sai tutto che ne dici?? se non lo sai chiedi a totonno o a elkid, oppure ersola tra cxxxxxi ve ne intendete vero???

venco

Ven, 20/04/2018 - 21:23

Questi dem non sono per niente democratici, sono certamente dei dittatori.

adal46

Ven, 20/04/2018 - 21:53

Il delirio di onnipotenza crea brutte patologie; i dem sono una metastasi vagante convinta che il morbo sia FUORI di lei.

nopolcorrect

Ven, 20/04/2018 - 22:57

I Democratici non si rendono conto che se loro potenziali votanti avessero votato per Trump perché abbindolati dai Russi quei votanti farebbero la figura degli imbecilli.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Ven, 20/04/2018 - 23:02

Mr. Trump is good , he is't bad . Yeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

Divoll

Ven, 20/04/2018 - 23:31

Oggi leggevo un articolo americano in cui la Clinton dice, letteralmente: Sono stufa di sentire che non piaccio a nessuno. Ma invece di trarre le debite conclusioni e ritirarsi (col rischio di venire arrestata per le sue macchinazioni), si ostina a rompere l'anima al presidente, agli americani e all'intero mondo. Non lo vuole proprio capire che non sara' MAI eletta presidente.

Divoll

Ven, 20/04/2018 - 23:33

In realta', la Clinton e' disperata perche' c'e' la possibilita' che finisca in galera proprio lei. Per questo solleva continui polveroni.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 21/04/2018 - 00:06

Mentre voi falsi democratici non vi ha aiutato nessuno, vero? Neppure con i miliardi di $, vero? Buffoni.

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 21/04/2018 - 07:33

Motto della sinistra. SE NON VINCO IO, NON VALE!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 21/04/2018 - 09:25

ma non fu Putin a favorire la vittoria di Trump?

perilanhalimi

Sab, 21/04/2018 - 18:17

I democratici di Soros/obama/Clinton pieni di soldi dagli emirati arabi ...amici di Islam e Iran e odiaatori di Israele non sanno perdere .....io e i miei colleghi abbiamo votato in massa Trump e non abbiamo ricevuto nessuna sollecitazione dalla russia . Non ne possiamo più` di questa Russiagate .....che pensino alle sorti del mondo occidentale ....altro che a trump e le prostitute russe e altre cavolate che interessano solo i KattoKomunisti!!!!