L'ammissione di Zelensky: "Situazione complicata". E Kiev aspetta nuove armi

Zelensky ha ribadito le difficoltà che sta riscontrando l'esercito ucraino nel Donbass. Kiev si aspetta di ricevere dagli Usa una cospicua fornitura del Multiple Launch Rocket System

L'ammissione di Zelensky: "Situazione complicata". E Kiev aspetta nuove armi

Volodymyr Zelensky ha dichiarato di aspettarsi buone notizie in merito all'imminente arrivo di nuove armi. Armi che, stando alle ultime indiscrezioni, dovrebbero arrivare dagli Stati Uniti nel corso della prossima settimana e includere una cospicua fornitura del Multiple Launch Rocket System o MLRS. Nel frattempo l'esercito russo ha colpito le regioni di Dnipro, Mykolaiv e Sumy e continua ad avanzare nel Donbass.

L'attesa di Zelensky

Nei suoi ultimi aggiornamenti il presidente ucraino è stato chiarissimo. "Lavoriamo tutti i giorni per rafforzare la nostra difesa, a partire dalla fornitura armi. Naturalmente molto dipende dai nostri partner, da quanto sono pronti a fornire all'Ucraina tutto il necessario per difendere la libertà", ha dichiarato Zelesky, aggiungendo di aspettarsi "buone notizie a riguardo già la prossima settimana".

Ma non è finita qui, perché in un discorso alla nazione Zelensky ha chiesto al mondo di riconoscere ufficialmente la Russia come Stato terrorista, nonché Stato sponsor del terrorismo. Questo, a detta del capo di Stato ucraino, rifletterebbe "la realtà quotidiana che gli occupanti hanno creato in Ucraina e sono ansiosi di portare in Europa". "Terrore nella terra ucraina. Terrore nel mercato energetico in Europa, non solo nel nostro Paese. Terrore nel mercato alimentare, su scala globale. E quale sarà il prossimo terrore?", si è chiesto lo stesso Zelensky, che ha già annunciato che nel suo intervento al Consiglio europeo parlerà del "terrore che è diventato di fatto l'unica forma di azione dello Stato russo nei confronti dell'Europa".

"Situazione complicata"

Dal punto di vista militare, invece, Zelensky ha ribadito le difficoltà che sta riscontrando l'esercito ucraino. "La situazione è molto complicata, specialmente nel Donbass e nella regione di Kharkiv dove l'esercito russo cerca di ottenere almeno qualche risultato", ha dichiarato. "Le direzioni principali di combattimenti rimangono come prima Severodonetsk, Lysychansk, Bakhmut e Popasna. La nostra difesa resiste e sono infinitamente grato a coloro che stanno resistendo lì", ha quindi fatto sapere il presidente ucraino.

Zelensky, oltre ad aver fotografato per l'ennesima volta il complesso scenario del Donbass, ha espressamente parlato della Crimea. L'Ucraina ha intenzione di riconquistarlà? Di sicuro non lo farà attraverso la guerra. "Non credo che potremmo riprendere tutto il nostro territorio con mezzi militari. Se decidessimo di procedere in questo modo perderemmo centinaia di migliaia di persone", ha chiarito il presidente ucraino.

Cosa succede sul campo di battaglia

A proposito della situazione militare, che cosa sta succedendo nel quadrante orientale dell'Ucraina? Nel Donbass le forze del Cremlino continuano ad avanzare. Ma nelle ultime ore, oltre a concentrarsi sul quadrante orientale, Mosca ha colpito uno stabilimento industriale a Kryvyi Rih, nella regione di Dnipro, ha sferrato due attacchi missilistici nella regione di Sumy, danneggiando vari edifici residenziali, ed è tornata a premere pure Mykolaiv, nel sud del Paese.

Come ha sottolineato il think tank Institute for the Study of War (ISW), l'Ucraina ha costretto per due volte Vladimir Putin a definire i suoi obiettivi militari. Fallita la presa di Kiev, Mosca pensava infatti di conquistare gli oblast di Donetsk e Lugansk, ad est. Il Cremlino è stato tuttavia costretto a concentrarsi sul completamento della sola presa di Lugansk. L'esercito russo sta quindi concentrando uomini e munizioni contro l'ultimo grande centro abitato rimasto in quell'area, ovvero Severodonetsk, come se il suo controllo (praticamente imminente) potesse consentire alla Russia di vincere la guerra.

Ebbene, a detta di ISW, quando la battaglia di Severodonetsk sarà terminata, indipendentemente dal suo esito, l'Ucraina potrebbe avere la possibilità di riavviare la sua controffensiva per respingere i nemici. Il servizio stampa dello Stato maggiore delle forze armate ucraine, intanto, ha comunicato un'offensiva ucraina nella regione di Kherson.

Commenti