Lanciarazzi Uragan in azione: il video dell'offensiva russa

L'esercito di Mosca ha sferrato un attacco con i lanciarazzi multipli a lungo raggio Uragan: lo ha documentato lo stesso ministero della difesa russo. Il bersaglio individuato con un drone

Lanciarazzi Uragan in azione: il video dell'offensiva russa

Le coordinate del bersaglio sono arrivate da un aereo senza pilota. A quel punto, i soldati russi hanno fatto scattare la raffica di missili. Nelle ultime ore, l'esercito dello Zar ha intensificato gli attacchi contro gli obiettivi ucraini: lo documenta lo stesso ministero della Difesa di Mosca, che attraverso i propri canali ha divulgato un video nel quale si vedono in azione i lanciarazzi multipli BM-27 Uragan. I mezzi militari in questione, progettati per operazioni di bombardamento a lungo raggio, sono stati ripresi proprio mentre sparavano colpi in sequenza da una località non meglio identificata. Probabilmente, nell'Ucraina meridionale.

Il video, rilanciato con enfasi su Telegram dal gruppo paramilitare Wagner, mostra i soldati russi durante la preparazione e l'esecuzione dell'attacco. Gli uomini di Mosca, dapprima, hanno lanciato in volo un piccolo ricognitore senza pilota per individuare l'obiettivo "mimetizzato dagli ucraini"; poi quelle informazioni sono servite per orientare i cannoni dei lanciarazzi multipli da 220 mm. In una successiva sequenza, i russi hanno trasmesso alcune immagini dall'alto dei bersagli colpiti: secondo quanto riferito dal Cremlino, si trattava di strutture militari. E in effetti, proprio nelle ore successive, sono circolate notizie di attacchi andati a segno da parte russa.

In particolare, l'impiego degli Uragan è stato registrato - secondo fonti locali - nel distretto di Kryvyi Rih, nei centri abitati di Shirokivska e Apostolovska. I veicoli militari in questione sono uno sistemi lanciarazzi schierati da Mosca contro l'Ucraina, particolarmente apprezzati per la loro facile manutenzione e la maneggevolezza. Noti anche con la sigla 9P140, sono equipaggiamenti utilizzati in genere per colpire a distanza fortificazioni, basi militari e obiettivi sensibili dell'industria bellica. Dotati di un lanciatore da 16 pezzi, hanno una gittata massima di 35 km. Il triplo rispetto ai BM-24, che avevano sotituito sul campo. Questi mezzi possono montare sia testate convenzionali, sia testate chimiche (nello specifico, gas letali della famiglia dei nervini).

Su Telegram, il commento compiaciuto del gruppo Wagner alle immagini di guerra rilanciate dalla propaganda del Cremlino: "È bellissimo". Ma, nelle ultime ore, la Russia ha dato prova della propria forza anche dispiegando armamenti ben più temibili, soprattutto su larga scala. Nelle stesse ore in cui Biden assicurava all'Ucraina nuovi lanciarazzi, Mosca avviava le esercitazioni con i missili balistici intercontinentali.

Commenti