Mondo

Lubitz, Lufthansa ora ammette: "Aveva informato della depressione"

Il copilota responsabile della strage del volo Germanwings aveva informato la compagnia "di un grave episodio depressivo poi rientrato"

Lubitz, Lufthansa ora ammette: "Aveva informato della depressione"

Un nuovo tassello si aggiunge al mosaico del caso Lubitz, il copilota responsabile della disastro aereo della Germanwings. Secondo quanto ha reso noto la compagnia Lufthansa, nel 2009, prima di riprendere l’addestramento dopo diversi mesi di interruzione, Andreas Lubitz aveva scritto alla scuola piloti Lufthansa informandoli di "un grave episodio depressivo poi rientrato". La Lufthansa ha specificato di aver consegnato agli inquirenti numerosi documenti interni, anche di natura medica, e tutti gli scambi di mail intercorsi tra il pilota e la scuola. Dopo l’interruzione, ha precisato Lufthansa, "al copilota è stata confermata la necessaria abilitazione medica al volo".

Insomma, la compagnia era al corrente delle condizioni di salute di Lubtiz, ma lo ritenne idoneo al volo. Intanto, la compagnia ha cancellato le celebrazioni del 60esimo anniversario della fondazione della compagnia in programma il 15 aprile, in segno di rispetto per le 150 vittime dello schianto dell'Airbus della compagnia low cost Germanwings, caduto una settimana fa nelle Alpi francesi. L'azienda ha fatto sapere in una nota che trasmetterà invece in diretta la cerimonia in onore delle persone uccise che si terrà il 17 aprile nella cattedrale di Colonia. Secondo quanto riferito da un portavoce di Lufthansa, Michael Lamberty, le compagnie assicuratrici della società hanno destinato per il momento 300 milioni di dollari a coprire i possibili costi legati allo schianto dell'Airbus, compresi i risarcimenti per i familiari delle vittime e le spese per le operazioni di soccorso.

Commenti