Quel possibile ritorno in campo di Alexandre Benalla

Alexandre Benalla, ex guardia del corpo di Emmanuel Macron, ha fatto da consulente per una luna park parigino, ma la politica, nella sua vita, può tornare d'attualità

Quel possibile ritorno in campo di Alexandre Benalla

Vi ricordate di Alexandre Benalla? Adesso fa da consulente per la sicurezza di un luna park parigino, ma la politica, con probabilità che sembrano buone, può tornare a far parte delle sue dirette sfere d'interesse. Procediamo con ordine.

L'ex bodyguard del presidente transalpino Emmanuel Macron era balzato agli onori delle cronache durante l'estate dello scorso anno. La bufera era stata sollevata per via di una serie di vicende concatenate, ma in parte diverse. Alcune di queste erano relative al metodo usato dalla guardia del corpo nella sua professione. C'è un caso per cui Alexandre Benalla è indagato. La fattispecie, fino a prova contraria, riguarda una presunta violenza. Trattasi di un episodio che risale a una manifestazione tenutasi durante una festa dei lavoratori. Altre voci diffuse ai tempi, invece, erano relative al legame intercorrente con l'inquilino dell'Eliseo.

Quest'ultimo, a un certo punto della querelle, che è stata un po'politica e un po' mediatica, si era persino spinto a spiegare, mettendo in campo pure un certo humour, come la guardia del corpo non svolgesse la funzione di amante del presidente della Repubblica e come i codici nucleari della nazione transalpina non fossero nella sua disponibilità. Alla fine della fiera, Alexandre Benalla è stato messo alla porta, Emmanuel Macron è rimasto seduto al suo posto e, nonostante la sconfitta subita alle elezioni europee, dove i macroniani sono arrivati dietro il Rassemblement National di Marine Le Pen, non molto è mutato nel quadro politico-istituzionale d'Oltralpe.

Non era scontato perché il "caso Benalla" aveva assunto le fattezze di un potenziale terremoto. Il gorilla, comunque sia, ha smesso da tempo di essere un fattore rilevante per l'evoluzione del destino politico di Emmanuel Macron, che è concentrato a tamponare la situazione sociale venutasi a creare con i gilet gialli. Il fatto che Alexandre Benalla abbia fatto da consulente per Marcel Campion, che è pure l'uomo che può rivendicare l'appartenenza della celebre ruota panoramica presente in capitale, non è sfuggito a buona parte dei media francesi. E c'è almeno un motivo.

Stando a quanto raccontato sull'edizione odierna di Libero, Marcel Campion risulta far parte dell'elenco di coloro che si candideranno a primo cittadino. E il nostro, insomma, potrebbe aver trovato un altro leader a cui fare da bodyguard. Solo una domanda? Il "re" del luna park, come pare, sarà sostenuto nella sua corsa pure da La Republique En Marche di Emmanuel Macron?

Commenti