Sbarco sulla Luna, complottista aggredisce l'astronauta Buzz Aldrin e lui lo stende con un pugno

L’eroe dell’Apollo 11 viene calunniato da un uomo, che lo insulta dandogli dell’impostore: l’astronauta lo atterra con un pugno

Sbarco sulla Luna, complottista aggredisce l'astronauta Buzz Aldrin e lui lo stende con un pugno

"Bugiardo, codardo, ladro, impostore…" e chi più ne ha, più ne metta. Quando Edwind Buzz Aldrin, il secondo uomo ad aver messo piede sulla Luna, dopo Neil Armstrong, si è sentito calunniare in questo modo da un complottista dello sbarco lunare, non ci ha più visto e ha sferrato un pugno all'andirizzo di quell’uomo.

Il fatto non è recente, anzi risale al 2002, ma è inedito ed è stato diffuso in occasionione del 20 luglio 2019, il cinquantesimo anniversario dello sbarco lunare.

Bart Sibrel attaccò l'eroe dell'Apollo 11, dicendogli di essere complice di un inganno ordito dal governo americano con la complicità della Nasa e degli studios di Hollywood. Bene, dopo aver resistito qualche minuto prima di reagire, l'allora 72enne Aldrin perde la calma e atterra il 38enne con un destro al volto.

Una reazione sicuramente violenta ed eccessiva, che non è stata però perseguita dalle forze dell'ordine e dalla giustizia a stelle e strisce: l’autorità giudiziaria interpretò quel gesto come legittima difesa da un'aggressione personale.

Commenti

Grazie per il tuo commento