"Si è lamentata e poi accasciata": cosa è successo dopo lo sparo di Alec Baldwin

Alec Baldwin ha puntato la pistola contro la telecamera e poi è partito lo sparo: sono questi i nuovi dettagli emersi sull'omicidio di Halyna Hutchins

"Si è lamentata e poi accasciata": cosa è successo dopo lo sparo di Alec Baldwin

Proseguono le indagini della polizia per capire la dinamica dell'omicidio accorso durante il set di Rust, film con Alec Baldwin. Ed è stato proprio l'attore a sparare il colpo fatale che ha ucciso la giovane direttrice della fotografia, Halyna Hutchins, e ferito il regista del film, Joel Souza. L'uomo è già stato dimesso dall'ospedale, la pallottola l'ha colpito alla clavicola e fortunatamente non ha riportato gravi conseguenze. Anche per questo motivo ha già potuto parlare con gli investigatori per raccontare la dinamica dei fatti dal suo punto di vista, per provare a dare una spiegazione a una tragedia simile. La direttrice della fotografia, invece, è stata colpita dal proiettile in pieno petto.

Stando alle parole del regista, che nel momento dello sparo si trovava dietro un monitor insieme ad Halyna Hutchins, Alec Baldwin era impegnato nelle prove di una scena e si stava esercitando a estrarre il revolver dalla fondina. Nel farlo, l'attore puntava la pistola contro la telecamera. Così si legge nei documenti citati dalla Bbc, che si riferiscono a quanto dichiarato da Joel Souza e dall'operatore di ripresa Reid Russell. Entrambi, però, hanno riferito alle autorità che ad Alec Baldwin era stato detto che la pistola di scena fosse scarica.

Joel Souza, probabilmente ancora sotto choc, non ha ricordi nitidi di quei momenti. Nei documenti si legge che il regista ricorda che Halyna Hutchins "si è lamentata del dolore allo stomaco e al petto", quindi "ha iniziato a barcollare all'indietro, si è accasciata ed è stata soccorsa a terra". Russell, che in quel momento si trovava in piedi accanto alla Hutchins, ha detto agli inquirenti che non riusciva a sentire le sue gambe.

La posizione di Alec Baldwin è ora al vaglio degli inquirenti e all'attore potrebbe anche essere notificata un'accusa ufficiale di omicidio colposo, soprattutto perché lui non ricopre solo il ruolo da protagonista del film ma anche quello di produttore. Dall'America sono arrivate a Baldwin accuse di negligenza ma il cameraman, stando a quanto ha potuto vedere durante le riprese, parlando con gli inquirenti ha dichiarato che l'attore è stato molto attento, citando come esempio un episodio sul set in cui la star si assicurava che un attore bambino non fosse vicino a lui quando veniva scaricata una pistola.

Il quadro sulla dinamica si sta facendo più nitido col passare dei giorni e poi sarà compito delle autorità formulare i capi d'accusa e individuare gli eventuali responsabili di una tragedia evitabile.

Commenti