Stati Uniti, uomo muore per sigaretta elettronica

Si contano 22 persone con malattie respiratorie dopo aver svapato: sale sempre di più il tasso di adozione da parte dei giovani

In Illinois un uomo ha contratto una malattia respiratoria dopo aver svapato da una sigaretta elettronica finendo in ospedale. Lì i dottori hanno rinvenuto una problematica polmonare. Oggi il Dipartimento della sanità pubblica dello stato degli USA ha annunciato pubblicamente la morte dell'uomo tramite una dichiarazione: "Un totale di 22 persone, di età compresa tra 17 e 38 anni, hanno avuto malattie respiratorie dopo aver usato sigarette elettroniche. Stiamo lavorando con i dipartimenti sanitari locali per fare luce su altre 12 persone. Le persone colpite hanno manifestato sintomi respiratori tra cui tosse, respiro corto e affaticamento. Alcuni hanno anche manifestato vomito e diarrea. I sintomi sono peggiorati per un periodo di giorni o settimane prima del ricovero in ospedale".

Il primo caso

Secondo quanto appreso e riferito dall'Associated Press, questa morte sembra essere la prima fatalità legata alla sigaretta elettronica negli Stati Uniti. Questo potrebbe rappresentare un problema poiché la nuvola di dubbi da parte dei consumatori sulla sicurezza di tali dispositivi continua a crescere. L'esatto legame tra lo svapo e la malattia che ha ucciso l'uomo non è ancora chiaro, ma l'aumento della problematica respiratoria fa parte di una tendenza nazionale sempre più ampia. A metà luglio otto adolescenti nel Wiscons sono finiti in ospedale per tosse eccessiva, difficoltà respiratorie e affaticamento. Due giorni fa la Food and Drug Administration e i Centers for Disease Control and Prevention hanno rivelato che stavano indagando su almeno 150 casi di malattie respiratorie in 16 diversi stati.

Una delle principali motivazioni dietro gli alti tassi di adozione tra i giovani è che le sigarette elettroniche vengono commercializzate più come caramelle che come prodotti contenenti nicotina, con sapori come menta, frutta e cioccolato. Circa 1 studente delle scuole superiori su 5 svapa, secondo i dati del CDC, e quel numero è aumentato di quasi l'80% tra il 2017 e il 2018.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Adespota

Sab, 24/08/2019 - 16:25

Dal titolo sembrerebbe che il poveretto se la sia ingoiata sta sigaretta elettronica...

rawlivic

Sab, 24/08/2019 - 17:25

ci vorranno anni per determinare una causa-effetto delle sigarette elettroniche... nel frattempo meglio non fumare....

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 24/08/2019 - 18:18

Proprio ieri sera qui una trasmissione di una TV Americana intitolata CASO CERRADO!! Ha esaminato un caso, dove la moglie fumava lo SVAPO con marijuana nell'auto del marito. Ed in seguito agli esami fatti dopo un incidente stradale, il marito e risultato POSITIVO all'assunzione di marijuana!!!! AUGH.

vinvince

Dom, 25/08/2019 - 09:32

Potrebbero morire altri, purtroppo, ma l’obbiettivo vero è mettere le mani sul business con la parola “ controllare “;

kyser

Dom, 25/08/2019 - 12:02

non so, colpevole o innocente che sia, nel dubbio penso sia meglio evitarla il più possibile. Ottima alleata invece per smettere di fumare sigarette tradizionali, che uccidono certamente di più, ma poi bisogna ricordarsi che a esigenza finita va riposta nel cassetto e lì dimenticata.

steacanessa

Dom, 25/08/2019 - 12:19

Qualsiasi sostanza, che non sia aria pulita, introdotta nei polmoni fa male. Ovvio, ma non attuato da milioni di belinoni fumatori.