Trump sborserà 25 milioni per lo scandalo legato all'università

Corsi a pagamento per diventare immobiliaristi. Ma l'ateneo non forniva titoli

Trump sborserà 25 milioni per lo scandalo legato all'università

È finita con un patteggiamento la vicenda giudiziaria che ha coinvolto l'attuale presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, sotto accusa per i corsi offerti dalla fantomatica Trump University, che ateneo non era e che forniva corsi per apprendisti immobiliaristi senza tuttavia poter poi conferire titoli di studio.

Il ministero della Giustizia americano ha annunciato oggi che ha patteggiato una penale da 25 milioni di dollari, che verserà per chiudere il caso ed evitare che si vada per tribunali, allo Stato di New York.

L'università prometteva ai suoi studenti il successo del suo fondatore e fu citata in giudizio da decine di studenti. Nel 2011 finì al centrodi un'inchiesta e poi di due "class action" che si sono chiuse ieri sera. Il presidente si era sempre difeso sostenendo di non scegliere i corsi personalmente e che comunque il contenuto delle lezioni era considerato buono da chi vi partecipava.

I soldi che Trump verserà saranno suddivisi su 6 mila persone. La retta che veniva chiesta per partecipare ai corsi era di 35 mila dollari.

Commenti