Ecco le ultime ore di Filippo: che cosa ha chiesto il Principe

Quali sono stati gli ultimi desideri del principe Filippo? Chi era accanto a lui nel momento più triste? I tabloid svelano le ultime ore di vita del marito della regina Elisabetta

Ecco le ultime ore di Filippo: che cosa ha chiesto il Principe

“Voglio morire in casa, non nel letto di una clinica”, questo sarebbe stato l’ultimo desiderio del principe Filippo, ormai vicino alla fine. Stando alle indiscrezioni riportate dal Daily Telegraph, le condizioni del marito di Sua Maestà si sarebbero aggravate giovedì notte. Lo staff della royal family avrebbero consigliato alla sovrana di far ricoverare di nuovo il duca di Edimburgo, ma questa si sarebbe opposta con fermezza. Dopo il ritorno al Castello di Windsor, dopo circa un mese di ricovero e un’operazione al cuore, il principe Filippo aveva messo le cose in chiaro con la monarca, stabilendo che non avrebbe più accettato di allontanarsi dalla sua casa.

Così la regina Elisabetta gli è rimasta accanto fino all’ultimo, consapevole che presto l’amore della sua vita l’avrebbe lasciata solo per sempre. Sapeva da tempo che, forse, il duca non avrebbe festeggiato il secolo di vita. Una fonte ha svelato al Telegraph: “Con l’intervento al cuore volevano farlo vivere un altro po’, affinché arrivasse a compiere 100 anni. Ma questo traguardo a lui davvero non interessava. Voleva restare nel suo letto, a casa. Non voleva assolutamente morire in ospedale”. Più che comprensibile che negli ultimi momenti, prima di varcare una soglia per noi tutti ignota, il principe Filippo abbia voluto intorno le persone e l’ambiente a lui più cari.

Tutti i figli del duca di Edimburgo e della Regina sono riusciti a dare un ultimo saluto al loro padre, come racconta il Mirror. Carlo, Anna, Andrea ed Edoardo, infatti, hanno ricevuto il vaccino e, comunque, gli incontri si sono svolti secondo le regole di distanziamento imposte dalla pandemia. Purtroppo non hanno avuto la stessa occasione i nipoti e i pronipoti del principe, non ancora immunizzati. Sembra, però, che il principe William sia riuscito a parlare al telefono con il nonno il quale, a quanto risulta, odiava Zoom, quindi preferiva affidarsi a delle semplici chiamate.

Ora comprendiamo meglio anche le lacrime del principe Carlo dopo la visita in ospedale a suo padre, quando era ancora ricoverato. Con ogni probabilità l’erede al trono conosceva già il destino del duca di Edimburgo, benché tutti sperassimo che quegli occhi rossi fossero solo il risultato di un momento di sconforto. Gli ultimi giorni del marito di Sua Maestà, spiega il Daily Mail, sono stati “tranquilli”. Purtroppo Filippo ha iniziato a mangiare meno di giorno in giorno, fino a rifiutare anche il tè che abitualmente prendeva alle sette e mezzo del mattino.

Sul comodino, accanto al letto, teneva una foto della moglie e una della madre, Alice di Battenberg. Quando il tempo le permetteva, il duca di Edimburgo si riposava o leggeva all’aperto, una coperta sulle ginocchia per tenerlo al caldo. A questo proposito ci sono due aneddoti, tra gli ultimi della sua vita. Un giorno, mentre era immerso nella lettura, al principe sarebbero caduti gli occhiali. Un valletto si sarebbe avvicinato per raccoglierli, ma Filippo lo avrebbe bloccato, dicendo: “Fermo, faccio io!”.

Il suo staff, poi, gli avrebbe suggerito di usare la sedia a rotelle ma lui, che preferiva il bastone e non voleva mostrare segni di debolezza, avrebbe risposto piccato: “Fate sparire quella maledetta sedia!”. La tempra di quest’uomo riservato, fedele alla Corona per decenni, politicamente scorretto (virtù sempre più rara), non è venuta mai meno, nemmeno di fronte alla morte.

Commenti