Usa, il vaccino finanziato da Gates testato su 40 volontari

Il vaccino contro il Covid-19 in corso di sviluppo da parte dell'azienda biotech americana Inovio è entrato nella sua fase di sperimentazione sull'uomo

Usa, il vaccino finanziato da Gates testato su 40 volontari

Coronavirus, grandi passi avanti sul fronte vaccino. La soluzione potrebbe arrivare dagli Stati Uniti, per la gioia del presidente Donald Trump. Come riporta l'agenzia stampa Adnkronos, il vaccino contro il Covid-19 in corso di sviluppo da parte dell'azienda biotech americana Inovio è entrato nella sua fase di sperimentazione sull'uomo, grazie al via libera della Food and Drug Administration (Fda). Nelle score ore è arrivato l'ok ai test, finanziati in buona parte dalla fondazione filantropica del fondatore di Microsoft, Bill Gates. Il vaccino (Ino-4800, il nome provvisorio), è stato testato ieri su 40 volontari che hanno ricevuto la prima dose, che sarà seguita da una seconda tra 4 settimane, come conferma l'azienda in una nota. "Si tratta di un significativo passo in avanti nella lotta globale contro Covid-19 - ha dichiarato Joseph Kim, presidente e Ceo di Inovio -senza un vaccino sicuro ed efficace, è probabile che questa pandemia continui a minacciare vite umane e mezzi di sussistenza. Il nostro team di ricercatori, partner e finanziatori si è mobilitato da quando la sequenza genetica del virus è diventata disponibile all'inizio di gennaio e continua a lavorare 24 ore su 24 per garantire l'avanzamento rapido di Ino-4800 attraverso questo studio di fase 1".

"La produzione di un vaccino Covid-19 entro i prossimi 12-18 mesi - prosegue Richard Hatchett, Ceo della Coalition for Epidemic Preparedness Innovations (Cepi) -non è solo una sfida scientifica, ma richiederà anche nuovi livelli di collaborazione e investimenti nell'industria e nel governo. C'è ancora molta strada da percorrere, ma oggi abbiamo raggiunto un traguardo importante in quel viaggio". Lo studio di fase 1 di Ino-4800 arruolerà fino a 40 volontari adulti sani a Filadelfia, Pennsylvania (alla Perelman School of Medicine dell'Università della Pennsylvania) e Kansas City (Center for Pharmaceutical Research), dove è già iniziato lo screening di potenziali partecipanti. Le scorte di prodotto sono arrivate la scorsa settimana. Ogni partecipante riceverà due dosi di Ino-4800 a distanza di quattro settimane, e le risposte immunitarie iniziali e i dati di sicurezza dello studio sono previsti entro la fine dell'estate. I dati preclinici hanno mostrato risultati di risposta immunitaria promettenti su più modelli animali. Ulteriori studi preclinici continueranno parallelamente allo studio clinico di fase 1.

Intervistato da Fox News, Bill Gates ha spiegato che la pandemia di coronavirus rappresenta uno "scenario da incubo", ma le misure di allontanamento sociale e di contenimento della diffusione porteranno risultati concreti entro la fine di aprile. "Se avessimo continuato a lavorare, a viaggiare come prima, quella curva non si sarebbe mai piegata e la maggior parte delle persone sarebbe infetta", ha detto Gates su Fox News Sunday. "Abbiamo dovuto usare la quarantena, che è una cosa vecchia dai tempi della peste, come nostro strumento principale", ha aggiunto. "Fortunatamente, se la usiamo abbastanza bene, entro la fine di questo mese dovremmo iniziare a vedere quei numeri livellati". Gates ha poi aggiunto che "le cose non torneranno alla normalità fino a quando non avremo un vaccino che arriverà in tutto il mondo", sottolineando che, nel frattempo, com'è avvenuto in Cina, "ci saranno delle aperture parziali" delle attività.

Secondo il super virologo americano Anthony Fauci, capo della task force messa in piedi dal Presidente Donald Trump, il coronavirus, senza un vaccino, rischia di diventare stagionale come l'influenza. Come riporta l'agenzia Agi, è ciò che ha affermato l'esperto in un'intervista rilasciata alla Cbs. "A meno che non si riesca a debellarlo a livello globale, ci sono molte probabilità che assuma una natura stagionale", ha osservato Fauci. "Dobbiamo prepararci al fatto che con la prossima stagione vi sia un revival visto che è improbabile - ha sottolineato -che si riesca a cancellarlo dalla faccia del pianeta". I passi in avanti sul fronte vaccino fanno ben sperare che il coronavirus possa essere sconfitto in un prossimo futuro.

Commenti