Monza Uomo di 36 anni denunciato per stalking

Il suono della paura era il trillo del telefono. Dall’altro capo del filo suo marito. «Ti ucciderò» le ripeteva ossessivo quell’uomo. Lui invece continuava a molestarla e ad inseguirla. Mese dopo mese. Un incubo durato fin troppo quello di una 29enne monzese che alla fine si è rivolta ai carabinieri. Domenica sera i militari hanno fatto scattare la trappola. Si sono appostati in borghese sotto l’abitazione della vittima e hanno atteso l’arrivo dell’uomo. Nicola L., 36 anni, alle spalle precedenti per rapina, non ha mancato l’appuntamento. Si è presentato, probabilmente convinto che questa volta sarebbe riuscito ad averla vinta. Invece è finito in manette. I militari lo hanno arrestato con l’accusa di stalking. Erano mesi che il 36enne molestava sua moglie. In passato era arrivato anche a picchiarla, ma tutto era rimasto nascosto dietro le mura di casa per paura di ritorsioni anche peggiori. Non una denuncia, non un ricovero al pronto soccorso. Ma anche quella sopportazione non gli era bastata: l’uomo aveva preso a pedinarla, a tormentarla con telefonate minatorie. La paura è stata la molla della ribellione, ma non tanto per sé quanto per la figlia minorenne avuta da lui. Per evitare di incontrarlo aveva persino cambiato abitudini. Fino alla denuncia. Ora il 36enne si trova nel carcere di Monza in attesa delle decisioni del magistrato.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti