Cronaca locale

"Ragazzini cresciuti a pane e Gomorra". È allarme babygang. Due minorenni accoltellati

Gli ultimi episodi di violenza sono stati perpetrati a pochi giorni dal brutale assassinio di Giovanni Guarino, avvenuto a Torre del Greco

"Ragazzini cresciuti a pane e Gomorra". È allarme babygang. Due minorenni accoltellati

Le festività di Pasqua non hanno fermato la spirale di violenza delle baby gang napoletane. Nelle ultime ore altri due minorenni sono stati feriti in seguito del degenerare di battibecchi causati da futili motivi. Sabato scorso, in tarda serata, nelle vicinanze della Galleria Umberto I di Napoli, un 14enne di Chiaiano è stato aggredito da quindici coetanei, apparentemente senza un motivo preciso. Il ragazzo è stato colpito da sei coltellate, cinque alla gamba e una alla schiena, dopo che ha cercato di fuggire per evitare il peggio. I delinquenti non si sono persi d’animo e lo hanno rincorso. Una volta raggiunto lo hanno ferito gravemente, prima di lasciarlo a terra in una pozza di sangue.

Giunto all’ospedale del Vecchio Pellegrini è stato immediatamente operato; la vittima dell’agguato è ora in prognosi riservata. Non sembra essere in pericolo di vita secondo i medici, ma le ferite erano molto serie. Sull’episodio stanno indagando i carabinieri, i quali hanno sequestrato le immagini delle telecamere di videosorveglianza nella speranza di individuare i componenti della baby gang. Il giorno successivo, la domenica di Pasqua, in provincia, a Marano di Napoli, c’è stata un’altra aggressione nei pressi di un bar di via Falcone. Ad essere accoltellato al petto è stato un giovane di 16 anni, incensurato, il quale ha rischiato di morire perché il fendente ha sfiorato il polmone.

Trasferito all’ospedale di Giugliano in Campania, il ragazzo è stato sottoposto a un intervento chirurgico ed è stato dichiarato fuori pericolo. Anche in questo caso a occuparsi della vicenda sono i carabinieri della stazione locale. I militari hanno ascoltato diversi testimoni per individuare il colpevole dell’aggressione.

Gli ultimi episodi di violenza sono stati perpetrati a pochi giorni dal brutale assassinio di Giovanni Guarino, avvenuto a Torre del Greco. Come riporta il quotidiano la Repubblica, il sacerdote Giosuè Lombardo, ai funerali del ragazzo, ha detto che questi piccoli criminali sono cresciuti a "pane e Gomorra".

Commenti