Luminarie al Vomero: "Il problema è che sono ancorate agli alberi"

Dopo la protesta dei commercianti per la richiesta del Comune di rimozione delle luci di Natale per effettuare la potatura, interviene il Comitato valori collinari

Luminarie al Vomero: "Il problema è che sono ancorate agli alberi"

Fa ancora discutere la vicenda delle luminarie natalizie installate al Vomero, nelle due strade principali dello shopping, via Scarlatti e via Luca Giordano. Il quartiere alto di Napoli è in fibrillazione dopo il provvedimento adottato dall’amministrazione comunale, che ha chiesto alla ditta vincitrice della gara di rimuovere temporaneamente le luci di Natale per effettuare la potatura degli alberi. Il rischio è che l’intera zona possa restare al buio, dato che non ci sono altri fondi a disposizione per consentire lo smontaggio e il rimontaggio delle luminarie.

“La questione è mal posta – afferma Gennaro Capodanno, responsabile del Comitato valori collinari, già presidente della circoscrizione Vomero – perché potrebbe sembrare che sia la semplice presenza delle luminarie a impedire la realizzazione delle potature dei platani, attese da tempo, al punto che le alberature hanno nel frattempo raggiunto i piani alti degli edifici e, in qualche caso, creando anche qualche problema per la sicurezza a ragione della caduta di rami”.

Per Capodanno la questione è ben diversa. Come evidenziato dal comitato, gli alberi sono stati, in molti casi, utilizzati come sostegni per le luminarie natalizie. Il tutto, in palese contrasto con quanto indicato nella nota del servizio eventi del dipartimento del gabinetto del sindaco del 10 settembre scorso, nella quale si precisava che per le installazioni dovevano essere utilizzati i pali della pubblica illuminazione o, in alternativa, gli edifici presenti lungo il percorso, non certo le alberature stradali, che già in passato hanno subito danni per un utilizzo analogo.

“In altre parole – continua Capodanno – se i filari delle luminarie non fossero stati legati ai tronchi e ai rami degli alberi, le potature, con gli accorgimenti del caso, si potevano effettuare senza dover procedere alla disinstallazione e alla reinstallazione delle luci natalizie. Quindi, indipendentemente dalle operazioni di potatura, l'amministrazione comunale, che in corso d'opera, doveva comunque vigilare sul rispetto delle disposizioni emanate, sarebbe già dovuta intervenire chiedendo di apportare le necessarie quanto opportune modifiche, laddove i filari invece risultano, ancora oggi, legati alle alberature. Da qui deriva anche l'impossibilità d'intervenire per le potature se non previa disinstallazione delle luminarie”.

Commenti